mercoledì 8 settembre 2010

Istruzioni per i lettori dei giornali (Da incorniciare ed appendere sul pc e nel tinello!)


Su segnalazione di un caro amico del blog leggiamo il seguente testo scritto 41 anni fa ma piu' che mai attuale:

Istruzioni per i lettori dei giornali

Horst Bienek, in: R. Fertonani (ed), Giovani poeti tedeschi, Torino (Einaudi) 1969

Istruzioni per i lettori dei giornali

I

Verificate ogni parola

verificate ogni riga

non dimenticate mai

con una tesi

è possibile

esprimere anche l’antitesi


II

Diffidate dei titoli scritti in grassetto

nascondono le cose più importanti

diffidate degli articoli di fondo

delle inserzioni

delle quotazioni

delle lettere al direttore

e delle interviste di fine settimana

anche i sondaggi di opinione

sono manipolati

le notizie varie escogitate

da redattori furbetti

diffidate della terza pagina

delle critiche teatrali i libri

per lo più sono migliori dei loro recensori

leggete quello che loro hanno sottaciuto

diffidate anche dei poeti

in loro tutto suona più bello anche più atemporale ma non è più vero né più giusto

III

Non prelevate niente senza averlo verificato

né le parole né le cose

nè il conto neppure la bicicletta

né il latte e neppure l’aragosta

né l’uva e neppure la neve

afferratelo, assaggiatelo, rigiratelo da tutte le parti

mettetevelo tra i denti come una moneta

risiste? ne siete contenti?

IV

Il fuoco è ancora fuoco e il fogliame ancora fogliame

l’aereo è aereo e la rivolta rivolta

una rosa è ancora una rosa?

Non smettete mai:

di diffidare dei vostri giornali

anche quando cambiano i redattori

o i governi

6 commenti:

Anonimo ha detto...

metodo che applico sempre...
anche ai suoi corsivi...

Raffaella ha detto...

Suoi? Di chi?

Anonimo ha detto...

suoi di lei, Raffaella

Raffaella ha detto...

Io non scrivo corsivi perche' non sono una giornalista.
Le mie sono solo opinioni personali del tutto libere ed autonome.
R.

Maria ha detto...

ah...41 anni fa?

La saggezza che non passa mai di moda....

mediterò mentre preparo il pranzo!

gemma ha detto...

ma perchè non firma il suo di lei parere, signor ennesimo anonimo delle 11.13?
Almeno raffaella non è iscritta ad alcun ordine professionale alle cui regole di correttezza si dovrebbe sottostare, non fa parte di alcun servizio pubblico, ci mette la firma, la faccia e si prende pure i rimbrotti anonimi con una pazienza che francamente le invidio