martedì 26 ottobre 2010

Andrea Riccardi: «Il dialogo con l’ebraismo è irreversibile» (Conti)

Clicca qui per leggere l'intervista.
Sono un po' stanca delle precisazioni, su precisazioni per poi precisare ancora...ogni volta sembra che si debba partire da capo per tranquillizzare gli animi. La cosa e' frustrante e, francamente, noiosa.

2 commenti:

mariateresa ha detto...

cara, hai ragione. ma questi sono ambienti e i fratelli ebrei in particolare, in cui non basta dire "ugh, ho detto". E' una cosa che smaciulla le palline soprattutto quando si assumono toni da vergini violate. Ma è così...
Molte reazioni , in questi 5 anni, mi hanno proprio esasperata.

Raffaella ha detto...

:-)))