sabato 9 gennaio 2010

ATTENZIONE: il card. Schönborn smentisce l'intervista a "Il Resto del Carlino" su Medjugorje

Carissimi amici del blog, in riferimento all' intervista all'arcivescovo di Vienna, card. Christoph Schönborn, e pubblicata il 3 gennaio scorso da "Il Resto del Carlino-La Nazione-Il Giorno", riceviamo e pubblichiamo quanto segue:

Arcidiocesi di Vienna, Ufficio stampa

A-1010 Vienna, Stephansplatz

Alle responsabili del „blog degli amici di Papa Ratzinger“

Vienna, 9 gennaio 2010

"Carissime,

avete citato nel vostro blog una sedicente „intervista“ del nostro cardinale su Medjugorje. Ma quella intervista non e‘ mai avvenuta, e‘ una pura fantasia che assolutamente non rispecchia il pensiero di Sua Eminenza. Sono venuto oggi a conoscenza del fatto e su incarico del cardinale mi sono messo in contatto con la redazione del „Resto del Carlino“ (ma temo che quella intervista sia stata pubblicata anche sulla „Nazione“ e sul Giorno“).

In ogni caso vi sarei molto grato di informare i vostri utenti e lettori del fatto, riproducendo per esempio la mia lettera. Naturalmente l’intervista veritiera concessa al „Vecernji list“ e‘ a vostra disposizione. Penso che l’agenzia „Zenit“ in questi giorni la pubblichera‘ anche in italiano.

Cordialissimi saluti

Erich Leitenberger

Portavoce del Card. Schönborn"

Copia della mia lettera a Bologna:

Alla direzione del giornale „Il Resto del Carlino“

Bologna

Vienna, 9 gennaio 2010

"Egregio Direttore,

degli amici italiani hanno avvisato l’arcivescovo di Vienna, S. E. il cardinale Christoph Schönborn, che il 3 gennaio e‘ apparsa sul „Resto del Carlino“ una sedicente „intervista“ del cardinale a firma di Riccardo Jannello.

Purtroppo quella „intervista“ e‘ una pura invenzione perche il cardinale non l’ha ne concessa ne tantomeno autorizzata. Vengono attribuite al cardinale frasi che non rispecchiano minimamente il suo pensiero sul fenomeno di Medjugorje. Gia‘ le prime frasi dell’intervista sono completamente contrarie alla sua posizione. Il cardinale ha varie volte – a Medjugorje e dopo il suo rientro a Vienna – sottolineato che bisogna aderire alla dichiarazione della conferenza episcopale Jugoslava del 1991, sostenuta anche dalla Congregazione per la Fede: La chiesa non dice se le visioni dei giovani veggenti a Medjugorje siano di natura sovranaturale o meno. Inoltre il cardinale mette sempre in risalto che la cosa piu‘ importante dei fatti di Medjugorje non sono tanto le visioni ma i frutti dei pellegrinaggi: conversioni, vocazioni, ricomposizioni di famiglie, guarigioni di tossicodipendenti ecc.

Mai il cardinale ha parlato di una eventuale visita del Santo Padre a Medjugorje. E per tornare all‘ ultima frase dell’intervista: I cattolici adorano solo Dio ma non certamente i luoghi, nemmeno quelli sacri.

Per informarLa della vera posizione del cardinale Le invio un’intervista concessa al giornale di Zagabria „Vecernji list“. Penso che sia un’esigenza della deontologia professionale far conoscere quella intervista anche ai Suoi lettori".

Distinti saluti

Erich Leitenberger

Portavoce del card. Schönborn

Il post con la relativa intervista sara' eliminato dal blog.
Chi conosce il tedesco puo' leggere quanto detto dall'arcivescovo di Vienna a questo link.
Grazie all'ufficio stampa dell'arcidiocesi di Vienna per la rettifica
.
Gli aggettivi "presunta" e "sedicente" sono contenuti nel testo delle due lettere.
Raffaella

16 commenti:

sam ha detto...

Visto che siamo in tema, ti segnalo dal sito di Radio Maria la Catechesi sulla Divina Misericordia e la Giustizia tenuta da Sua Eminenza il Card Schönborn nella Chiesa di Medjugorje il 31 dicembre 2009.
E' in perfetto italiano (con traduzione in Croato).

http://www.radiomaria.it/archivio_audio/popup.php?id=2201&browser=0

Anonimo ha detto...

Grazie per la rettifica: l'attività pastorale di un Cardinale, che cerca di avvicinare privatamente un fenomeno così complesso, non può essere in alcun modo travisata.
Anche se la traduzione non è perfetta, esiste un link in lingua italiana che riporta l'intervista:
http://www.medjugorje.hr/it/attualita/veglia-di-preghiera-di-capodanno-a-medjugorje,2787.html

Raffaella ha detto...

Grazie, Sam!

Grazie all'Anonimo delle 18.46 per il link.
Non c'e' bisogno di ringraziamenti. E' un dovere essere precisi e pubblicare le rettifiche con la stessa evidenza degli articoli.
R.

sam ha detto...

Ringrazio la segnalazione di Anonimo perchè girando sul suo link ho torvato anche l'omelia del Cardinale alla Veglia di Capodanno a Medjugorje.
Eccola qui:
http://www.medjugorje.hr/it/attualita/omelia-del-cardinal-sch%c3%b6nborn-alla-veglia-di-capodanno%2c-medjugorje-31-dicembre-2009,2792.html
E'scritta in italiano, ma in fondo alla pagina c'è anche l'audio originale in tedesco con traduzione in croato.

Anonimo ha detto...

Ora anche il Vescovo dove si trova Medjugorie dovrebbe rettificare le sue dichiarazioni.
Se prima di farle, avesse contattato il suo fratello Vescovo di Vienna, sarebbe stato meglio.

Pietro

Marco ha detto...

Complimenti Raffaella, addirittura siamo seguiti da Vienna! Ormai sei una voce autorevole del mondo cattolico! A questo punto mi viene da pensare che un'occhiatina il Papa l'abbia dato a questo sito! Mi chiedo tuttavia come un giornale serio si possa permettere simili cose! Marco

Maria ha detto...

Mi associo ai ringraziamenti all'Anonimo....il mio tedesco scolastico mi aveva fatto fermare alla seconda riga!

laura ha detto...

Ma perché mettono in giro certe notizie?

I giornalisti sono specialisti nell'inventare e questo è terribile ed è uno dei tanti cattivi esempi che mancano la correttezza e la serietà

massimo ha detto...

ciao io sono di Bologna,conosco il carlino.
credo che dietro allo scivolone del carlino ci sia qualcosa in mala fede,io credo che il Carlino sia stato ingannato.si saranno fidati di qualcuno che aveva qualcosa da combinare a danno della chiesa e del cattolicesimo.ne sono convinto.ma non ho elementi.il direttore del carlino è un uomo che si permette di partecipare alle lezioni di filosofia o etica o incontri pubblici del Cardinale C.Caffarra e il suo atteggiamento è sempre stato corretto e laico,ma serio e attento.e poi il carlino non è anticatolico nè anticlericale,dà spazio alla vita della chiesa,magari con qualche incongruenza,ma sta panzana.....forse il carlino non allineandosi as atri giornali.....sono molto stupito.
ciao massimo

gemma ha detto...

ciao massimo, ho segnalato io la presunta intervista a raffaella a suo tempo, anche perchè le dichiarazioni che conteneva mi parevano significative, se dette da un autorevole prelato tanto vicino al Papa. Conosco il Carlino e francamente lo preferivo ai tempi in cui ospitava le opinioni di Barbiellini Amidei ma non lo definirei anticlericale, mi pare che dia abbastanza spazio alle voci della chiesa bolognese, ma su questo tu saprai giudicare meglio di me

massimo ha detto...

ciao Gemma,diciamo che il carlino spesso ospita voci in dissonanza con la curia bolognese,come i dossettiani o simili,ma con la stessa curia è corretto,mantiene una certa professionalità nel"dare""fare"informazione,sopratutto per la gente che non ama il politically corret,il carlino è un giornale estremamente popolare,diffussissimo,che parla con semplicità,con una cronaca ricchissima fino a toccare ogni angolo della provincia,addiritura i quartieri,sostenitore della "bolognesità"e delle tradizioni bolognesi dà spesso voce e sostegno quando è la stessa chiesa che sostiene la bolognesità,non esiste bar o luogo a bologna che non ci sia,a meno che quel luogo non sia connotato con alcuni partiti politici molto radicali.devo ammettere che parlare delle apparizioni avrebbe fatto il tutto esaurito nelle vendite,sappiate che a bologna il cattolicesimo non è maggioritario ma è radicato e forte e non è quello di dossetti,è quello della gente semplice che prega per ore la madonna che fà lunghi pellegrinaggi,sostiene e riempie le tante piccole parrocchie,delle case della carità,delle mense per poveri delle raccolte missionarie,poco intellettualismo molta sostanza ed ave-Marie.

riccardo ha detto...

mi dispiace dispiacere tutti gli amici o meno che sostengono che l'intervista sia falsa, essendo io l'autore dell'intervista, e avendo perfino baciato l'anello del cardinale alla fine dell'intervista ed essendomi presentato al cardinale Schonborn, somma persona, durante l'intervista che ha reso alla televisione nel piccolo ufficio presso la comuntà Cenacolo di suor Elvira, a Medugorje, nel tardo pomeriggio del 1° gennaio scorso. L'intervista può non essere parola su parola quello che ha detto il cardinale, ma vi assicuro che è quello che il cardinale ha espresso, visto che è un giornale il mio e non una televisione, e mi sembra assolutamente di grande livello. State trqnauilli: io non ho mai avuto né imput né indicazioni e della posizione della curia bolognese o dei giochi che stanno nelal chiesa non interessa più di tanto. Se il cardinale dice che non sapeva di avere anche un giroalista dlela carta stampata davantoi a sé, questo è colpa della cattiva comunicazione, ma che sia falso ciò che è scritto lo contesto e lo riconfermo!!!
grazie
Riccardo Jannello

Anonimo ha detto...

Cara raffaella,
non so chi sia e non le impirta sapere chi sono io, mi pare, ma le parole rpesunta e sedicente non si adattano a una persona che sappia di comunicazione. la prego di rettificare questi due termini, grazie
Riccardo Jannello
Ps: mi si vede chiaramente nel servizio andato in onda ieri, sabato, su Raiuno

Raffaella ha detto...

Gentilissimo dottor Jannello,
posso rettificare quanto da me scritto, ma non posso certamente modificare il testo della lettera del portavoce dell'arcivescovo di Vienna.
Esso, frutto di un "copia ed incolla" non puo' essere in alcun modo cambiato.
Raffaella

riccardo ha detto...

Gentile Raffaella,
la ringrazio per la precisazione e non posso non dirle che la lettera del portavoce del Cardinale, giunta anche alla nostra segreteria di redazione, mi ha colpito molto, ma non perché non sia abituato, ma perché in 35 anni di professione ognuna di queste "disavventure" non hanno portato che alla conferma della mia buona fede e della mia alta professionalità e sarà così anche stavolta. Penso, rileggendo ciò che ha detto il Cardinale, di avere interpretato perfettamente il significato evangelico delle sue parole assolutamente legate alla sua lunga permanenza a Medugorje, dalla vigilia di Natale al giorno 2; in questo peridoo ha detto messa, ha fatto catechesi, ha parlato con varie istituzioni e perfino con le veggenti: il passo in avanti del cardinale Schonborn mi pare evidente, come ha titolato anche "Libero" del girono 2 gennaio, soprattutto nell'omelia del 31. Io non sono il più fervido dei credenti, ma sono rimasto molto scosso dalle parole del cardinale e da un paio di "avvertimenti" che ho avuto durante la mia permanenza in terra bosniaca. Assicuro anche quel commentatore che mi dà del malafedista e del legato agli anti Caffarra: stia tranquillo: in tanti anni di professione ho avuto solo una volta una tesera diversa da quelal dell'ordine dei giornalisti, ed era quella della federazione tennis. Partiti, associazioni e varie amenità non hanno mai fatto parte della mia vita
con deferenza
Riccardo Jannello

giovanni graceffa ha detto...

Sono stato più volte a Medjugorje.
E a Medjugorje ci sono stati anche altri cardinali e moltissimi vescovi.
In quel luogo santo avvengono numerose conversioni e la gente da li ritorna con un attaccamento alla Santa Chiesa e ai sacramenti che solo la Madonna può imprimere nel cuore.
Il cardinale ha detto una cosa che da sola basta ed avanza, lui guarda l'albero ed il frutto di questo albero è buono e questo non si può smentire.
Su "Gloria TV" (it.gloria.tv) trovate molti video sulla visita del cardinale.

PS: Raffaella sempre più internazionale, avanti sempre così, viva il Papa.