sabato 9 gennaio 2010

Dal Papa aggredito una lezione di stile (Curzio Maltese). Qualche riflessione del blog...


UNA DONNA AGGREDISCE IL PAPA IN SAN PIETRO ALL'INIZIO DELLA MESSA DI NATALE: LO SPECIALE DEL BLOG

Clicca qui per leggere l'articolo segnalatoci dalla nostra Eufemia.

Qualche riflessione.
Non sorprendiamoci dell'articolo di Maltese. Si tratta certamente di un elogio (inaspettato ovviamente) al Papa ma, fra le righe, leggiamo una critica a chi, secondo l'autore, ha sfruttato un'aggressione. Non e' necessario fare nomi...
Ancora una volta resto "stupita dello stupore" dei giornalisti. Benedetto XVI ha SEMPRE dato lezioni di stile. Da quando e' stato eletto (anche da prima in verita') ha costantemente dimostrato di essere un gradino sopra gli altri in quanto a stile, personalita' e carisma, nel senso piu' autentico del termine, completamente slegato da ogni forma di mediaticita'.
Certo Maltese si tradisce quando tira fuori la storia delle leggi che il Papa avrebbe potuto pretendere sfruttando quando gli e' successo. Una frase del genere dimostra che l'autore non conosce affatto Benedetto XVI ma tant'e'...
In ogni caso, togliendo le cadute di stile, gli scivoloni e i riferimenti politici, anche indiretti, la riflessione non e' male. Anzi, vi diro' che la preferisco a tante altre che pur sono arrivate dal mondo cattolico.
Una cosa e' sicura: il Papa poteva agire in modo completamente diverso, ma non sarebbe stato Benedetto XVI :))
Non ha mai parlato della sua aggressione, eppure ha ricevuto sia i carabinieri sia la polizia (quale migliore occasione?), non ha fatto alcun cenno a quanto accaduto ai tanti fedeli che ha incontrato da Natale ad oggi (e ne ha avuto di opportunita'!).
Ha fatto solo una battuta simpaticissima con i bambini del coro della Sistina, cosi' come ci ha riferito l'ottima Angela Ambrogetti.
Eppure avrebbe potuto ringraziare Dio e la Vergine per averlo salvato da una caduta rovinosa! Non lo ha fatto ma, da quanto riferito dai giornalisti, ha espresso gratitudine a gendarmi e guardie svizzere.
Che grande lezione, che insegnamento!
Dovremmo tutti farne tesoro ed imparare dalla serenita' del Santo Padre
.
R.

9 commenti:

mariateresa ha detto...

cara, il fatto è che la classe non è acqua e di classe Benedetto XVI ne ha da vendere. Non si può dire altrettanto di Maltese, anche se per una volta ha indossato le scarpe giuste e non spaiate.

Raffaella ha detto...

Bellissima immagine :))
R.

Fabiola ha detto...

A me Maltese non sembra affatto diverso dal solito. Certo ringrazia il Papa, affrettandosi ad aggiungere che "non è mai successo e forse non succederà più", poi utilizza la cosa per elencare tutte le "sacrosante" lamentazioni dei laicisti locali sulla Chiesa e il Vaticano, per le quali ci si lamenterebbe senza ragioni.Nihil sub sole novi, mi sembra.
La classica retorica attraverso la quale, in fondo, si nega mentre si afferma. In ultimo, sullo sfondo, la mancanza di stile di qualche altro aggredito.

Raffaella ha detto...

Concordo, carissima Fabiola :))
Per questo mi sono dilungata nel commento...
Maltese fa i complimenti al Papa per denigrare altri, ma almeno ci ha offerto la possibilita' di riflettere sull'insegnamento del Santo Padre.
R.

Anonimo ha detto...

Sto pezzo ipocrita di Maltese fa semplicemente venire l'acidità di stomaco.
Alessia

Anonimo ha detto...

Grande Il Foglio di oggi:
Si parte con Belardinelli vs Mancuso (prima):
LA TEOLOGIA INAUTENTICA
Perché l’ultimo libro di Vito Mancuso è un saggio inconsulto e senza Dio
Uno straordinario Paolo Rodari nell' inserto 6 e 7 intervista il card. Lovera sulla vera riforma di Ratzinger (spero presto sul blog).
Nell'ambito dell'articolo trovi alcuni piccoli pezzi:
-PARLANO MESSORI E MELLONI
-L'APPELLO DEL 1971
-UN'IDEOLOGIA FUORVIANTE
-VITE PARALLELE
Alessia

laura ha detto...

Su Benedetto XVi, niente da dire: troppo sopra gli altri.
Quanto al Vaticano: con tutte le mancanze e le pecche che può avere, credo che sia guidato da uno spirito diverso da quello dei nostri politici che si beccano tra loro. Il silenzio è la migliore risposta. Il Papa sta bene e rimgraziamo Dio, come Lo avrà ringraziato anche Lui. Il resto non conta. La sicurezza ha fatto il suo dovere, la gente vuole bene al Papa e Lui vuole il contatto con i semplici e i bambini. Sa bene che può corre dei rischi, ma è anche certo della protezione dall'Alto

Maria ha detto...

Bhè, se non altro, prima del "sottofondo" di accuse ("non capiterà più"..."altre leggi favorevoli agli enti ecclesiastici", c'è un qualche cosa di vero, ossia il comportamento impeccabile del Papa, che ha portato l'intero sistema mediatico a non avere molto di cui "sparlare".
Per il resto, la commistione politica-Chiesa non mi dà fastidio, perchè si riportano considerazioni reali, non blablaggini senza fondamento.

raffaele ha detto...

Se una volta tanto Maltese si mostra equilibrato e rispettoso e riconosce i meriti di questo Papa credo che possiamo dargliene atto. Anmche i laicisti hanno un'anima e qualche volta viene fuorie la vince sull'ideologia.Come quando Travaglio ha difeso il valore del Crocefisso.