venerdì 16 luglio 2010

Germania, si dimette la "vescova" luterana Jepsen, accusata di aver insabbiato le accuse di pedofilia a un pastore protestante


Vedi anche:

Mons. Scicluna: le facoltà sono effimere perchè dipendono dalla volontà dei singoli Pontefici. Con Benedetto XVI esse diventano norme canoniche (Vecchi)

Si nota una certa preoccupazione in Zizola per la trasformazione della CDF in un "megapotere giudiziario"

Torneremo a chiamarlo Sant’Uffizio? (Biondi). Magari!

La Santa Sede sarà tribunale competente nei delitti contro la fede (Zenit)

La Conferenza Episcopale USA smentisce totalmente il NYT: la Santa Sede ci diede il suo supporto già per le linee guida del 2002. Porre l'abuso nello stesso contesto della violazione dei sacramenti dimostra che tale comportamento lede i valori fondamentali della nostra fede

Abusi sui minori, rigore e trasparenza: dalla CDF le nuove norme sui «delitti più gravi» (Cardinale)

Il Vaticano modifica le norme antiabusi (Lami)

Per Jean-Louis Bruguès la chiesa è sotto attacco ma B-XVI è il Papa giusto (Rodari)

Soddisfazione nella Chiesa per le modifiche alle "Norme sui delitti più gravi" (Radio Vaticana)

L'analisi del teologo Gurtner: Per recuperare la fede in Europa è necessaria una maggiore unità con la Sede Apostolica, non un maggior decentramento

Quando si parla di «delicta graviora». Condotte di gravità eccezionale contro la fede, la morale e nella celebrazione dei sacramenti (Cardinale)

Nuove norme? OK. Il commento di Padre Scalese

Vaticano: nuove norme sugli abusi. Maggiore potere alla Dottrina della fede (Bobbio)

Casi e procedure: le novità del documento che aggiorna le «Norme sui delitti più gravi». Padre Lombardi: «Per tempo le denunce all’autorità civile»

«Così procedimenti più efficaci e celeri». Il canonista Sabbarese: «Curare anche la formazione dei candidati al sacerdozio» (Mazza)

Il Papa donerà 250mila dollari per la ricostruzione di una scuola cattolica distrutta dal sisma di Haiti (Apcom)

Politi apprezza il Papa ma accusa la "macchina curiale" di opporsi all'operazione trasparenza

Norme sui delitti più gravi: Fermezza e coerenza. La Chiesa conferma e rafforza la sua posizione (Marco Doldi)

Vatican.va vs Pedofilo.com (Rodari). La Santa Sede si dia una mossa

Propaganda Fide, il Papa chiude la cassaforte (La Rocca)

Mons. Fisichella: "Sono certo che la Chiesa uscirà più forte e anche più credibile da questo momento di difficoltà. Proprio perché sa riconoscere gli sbagli"

Abusi, limpido segnale della Santa Sede ma il rigoroso codice della Chiesa mai si ridurrà a «sharia» (Anzani)

Già nel 2005, appena eletto, Benedetto XVI aveva espresso il desiderio di arrivare ad una normativa organica sugli abusi (La Rocca)

Garza Medina smentisce quanto pubblicato dai media: "Nessuno degli attuali superiori dei Legionari era al corrente della doppia vita di Maciel"

Riecco La Spina con la storia della timidezza e del carisma. Peccato che il Papa "timido" sia proprio colui che più si sta dando da fare per la Chiesa

Benedetto XVI inasprisce le misure anti-abusi e cancella le inveterate omertà (Galeazzi)

Joseph Magro (una delle vittime che Benedetto XVI incontrò a Malta): "Questo Papa fa sul serio ma chi abusò di noi boicotta" (Carlucci)

Ventura non ha ben chiara la distinzione fra diritto penale e diritto canonico

Le novità introdotte nelle norme canoniche antiabusi (Tornielli)

Tolleranza zero. Ecco le nuove norme del Papa (Andrea Gagliarducci)

Un mese e mezzo è trascorso fra l'approvazione delle norme da parte del Papa e la loro pubblicazione: resistenze interne? (Corriere Canadese)

Procuratore vaticano: le norme sugli abusi, “un segnale forte”. Spiegazione di monsignor Charles Scicluna (Zenit)

Le nuove "Normae de gravioribus delictis": una linea chiara (Sir)

La rivoluzione di Benedetto XVI: il Papa mette fine all'impunità di vescovi e cardinali (Mora per El Pais)

Nuove norme antiabusi: le reazioni degli episcopati nel mondo (Asca)

Le vittime di abusi in Austria criticano le nuove norme: "La giustizia religiosa non ci interessa più". E allora che cosa si pretende?

Pedofilia, pugno duro di Papa Ratzinger (Iacopo Scaramuzzi)

Diventa legge la tolleranza zero di Benedetto XVI nella lotta agli abusi (Izzo)

Tolleranza zero anti-abusi (Galeazzi)

«Cina-Vaticano: prove tecniche di pacificazione» (Paolo D’Andrea)

Nuove norme antiabusi: il commento di John Allen

Nuove norme antiabusi: il commento di Fr. Z.

Così il Vaticano rende più severo il suo «codice penale» (Massimo Donaddio)

La pedopornografia diventa reato penale anche nella Chiesa. La pedofilia è fra i delitti gravissimi come l'eresia e lo scisma, mentre l'ordinazione delle donne è di competenza della CDF già dal 2007 (Izzo)

Polanski è libero. Per un refuso. Il grandissimo editoriale de "L'Occidentale"

Naturalmente il NYT cita solo opinioni negative, criticando tra l'altro la competenza sul reato di ordinazione femminile, il mancato obbligo di denuncia universale, la mancata eliminazione totale della prescrizione. Miracolo: finalmente hanno capito che la competenza sugli abusi è passata alla CDF solo nel 2001 :-)

La svolta del Papa: "Non indicazioni, ma norme stabili: è punto di non ritorno". Il commento audio di Gian Guido Vecchi

MODIFICHE INTRODOTTE NELLE NORMAE DE GRAVIORIBUS DELICTIS: LE NUOVE NORME E LA LETTERA DELLA CDF AI VESCOVI ED AGLI ALTRI ORDINARI E GERARCHI INTERESSATI

LE NORME DEL MOTU PROPRIO “SACRAMENTORUM SANCTITATIS TUTELA” (2001): INTRODUZIONE STORICA A CURA DELLA CDF (da leggere ed imparare!)

Breve relazione circa le modifiche introdotte nelle Normae de gravioribus delictis riservati alla Congregazione per la Dottrina della Fede

Pubblicate le modifiche alle "Norme sui delitti più gravi": nota di padre Lombardi (Radio Vaticana)
______________________

Su segnalazione di Eufemia leggiamo:

Pedofilia/ In Germania si dimette vescova luterana Jepsen

Considerata responsabile di aver insabbiato accuse a un pastore

Amburgo, 16 lug. (Ap)

Accusata di non aver reagito con sufficiente energia alle accuse di pedofilia rivolte ad un pastore protestante, si è dimessa ad Amburgo, in Germania, la vescova luterana Maria Jepsen. Jepsen, 65 anni, è stata la prima donna ad essere stata eletta vescovo nella Chiesa luterana tedesca."La mia credibilità è messa in dubbio"

© Copyright Apcom

"La mia credibilità è messa in dubbio"

Roma, 16 lug. (Apcom)

"La mia credibilità è messa in dubbio.
Di conseguenza non mi vedo nella condizione di annunciare la Buona novella così come avevo promesso dinanzi a Dio al momento della mia ordinazione come pastore prima e come vescovo poi", ha detto la vescova luterana in una conferenza stampa convocata ad Amburgo per comunicare alla stampa la decisione delle proprie dimissioni.
E' dalla fine della scorsa settimana che in Germania sono cresciute le critiche nei confronti dei Maria Jepsen. A quanto riportato dalla stampa tedesca, la vescova sarebbe stata avvertita sin dagli anni Novanta delle accuse di pedofilia nei confronti di un pastore di Ahrensburg (Schleswig-Holstein), che avrebbe abusato sessualmente negli anni Settanta ed Ottanta di tre dei suoi cinque figliastri e di una altra ragazza che faceva parte di un gruppo giovanile.
In Germania si tratta del terzo vescovo che si dimette nel giro di pochi mesi. Ad aprile si è dimesso il vescovo cattolico di Augusta, Walter Mixa, con l'accusa di maltrattamenti fisici, alcolismo e malversazioni finanziarie. A inizio dell'anno, invece, era stata un'altra vescova protestante a dimettersi: Margot Kaessmann ha lasciato la guida della Chiesa luterana tedesca dopo essere stata sorpresa al volante in stato di ebrezza.

© Copyright Apcom

Un momento! Mixa non e' stato accusato di coprire preti pedofili e soprattutto non guidava ubriaco! Inoltre le accuse di matrattamenti e malversazioni non sono sfociate in nessuna denuncia.
R.

6 commenti:

realista ha detto...

a quando il sequestro dei vescovi luterani e relativi computer?

Anonimo ha detto...

Ma si portano i segreti nelle tombe come i fiamminghi o inceneriscono tutto? Eufemia

Anonimo ha detto...

Però i luterani non s'inventano accuse infamanti per farsi le scarpe. Anzi le vescove dimissionarie fanno la loro bella figura.Eufemia

fr. A.R. ha detto...

E stato anche sospeso dal suo vescovo il prete olandese che ha fatto la messa per far vincere l'Olanda ai Mondiali di Calcio (senza essere ascoltato).
Che abbiano ascoltato Raffaella?
http://tinyurl.com/35oflxu

Caterina63 ha detto...

Ha fatto bene a dimettersi....semplicemente perchè occupava un posto NON SUO e illegittimo!!
Ora dovrebbe riconoscere che anche fare il prete non è un ruolo che le compete!
;-)

Vatykanista ha detto...

[N.B. : "im geschwisterlichen Miteinander unseres bischöflichen Dienstes" !!!]



Deutschland: Bedauern über den Rücktritt Maria Jepsens


Mit großem Bedauern haben sowohl evangelische wie katholische Kreise auf den Rücktritt von Bischöfin Jepsen reagiert. Auf katholischer Seite hat der Hamburger Weihbischof Hans-Jochen Jaschke den Rücktritt kommentiert. Im Interview mit dem Kölner domradio sagte er, dieser Schritt bestätige ihre Geradlinigkeit und Aufrichtigkeit. Sie habe Verantwortung dafür übernommen, dass die Kirche in dem Ahrensburger Missbrauchsfall nachlässig gewesen sei.



„Es macht ihr Ehre, ihr Amt zur Verfügung zu stellen, aber sie wird uns sehr fehlen. Uns, den Katholiken, der Hamburger und schleswig-holsteinischen Öffentlichkeit und auch mir ganz persönlich im geschwisterlichen Miteinander unseres bischöflichen Dienstes. Ich bin mir sicher, unsere Freundschaft wird sich noch vertiefen.“ (domradio/ard) Hier hören und lesen Sie den ganzen Beitrag