venerdì 14 maggio 2010

Crisi, il Papa chiede etica, concordia e solidarietà (Izzo)


Vedi anche:

Ferrara: «Cardinali evitate di trasformare la Chiesa in un talk-show: questo Papa merita rispetto» (Panorama)

La Messa del Papa a Fatima: commento di Marco Ansaldo

Benedetto XVI ed i Legionari di Cristo alla prova del fuoco: analisi di Bernardo Barranco (La Jornada)

Legionari di Cristo, dopo lo scandalo un salesiano vicentino commissario?

Dopo lo schiaffo da Vienna, anche i theocon vogliono la testa di Sodano (Rodari). Sarà il solo capro espiatorio? Troppo comodo!

L'attualità della missione profetica di Fátima di fronte ai gretti egoismi di nazione, razza, ideologia, gruppo o individuo

IL PAPA IN PORTOGALLO: I VIDEO, LE FOTO ED I PODCAST (aggiornato)

16 MAGGIO/ Scola: a Roma, in comunione con Pietro (Sussidiario)

I portoghesi scoprono il vero volto di Benedetto XVI (Zenit)

Il Papa: senza Dio l'uomo non sa dove andare. Sì al dialogo, ma senza evangelizzazione la Chiesa condanna se stessa (Izzo)

La rosa del Papa: l'editoriale di Giovanni Maria Vian

Mons. Mixa scagionato da ogni accusa. La Procura non ha trovato alcun riscontro. Qualcuno pagherà?

Chiesa e pedofilia, la tolleranza zero di Benedetto XVI (Le Monde)

Il perdono cristiano non cancella la pena. Riflessione dopo le parole del Papa

Il vero segreto è la certezza di essere salvati. Da Benedetto XVI una lezione di fede e di umanità (Geninazzi)

Il Papa a Porto: la "città invitta" è in festa per lui. Benedetto XVI: davanti all'abbandono di molti gli Apostoli non tremarono (Izzo)

Fatima: la riflessione della teologa Cettina Militello (Radio Vaticana)

Il Papa si congeda dal Portogallo: "È stata per me una gioia essere testimone della fede e della devozione della comunità ecclesiale portoghese"

Il Papa saluta i Portoghesi: Non cessi di crescere tra voi la concordia, che è essenziale per una salda coesione (Sir)

Il Papa: la Chiesa propone, non impone. Polizia portoghese: presenti a Porto fra i 120mila ed i 150mila fedeli (Publico)

Il Papa saluta la folla dal municipio di Porto: Peccato dover ripartire. Poi benedice la prima pietra del seminario dei neocatecumenali (Izzo)

Il Papa: nuove sfide per la Chiesa che “può solo essere missionaria” (AsiaNews)

Il Papa ai cittadini di Porto: "Volentieri avrei accettato l’invito a prolungare la mia permanenza nella vostra città, ma non mi è possibile. Permettetemi, dunque, di partire, abbracciandovi tutti affettuosamente in Cristo, nostra Speranza" (Saluto)

Il Papa: la fede cattolica non si impone ma si propone (Apcom)

Grandissima accoglienza del Papa a Porto. Le imbarcazioni salutano il passaggio della papamobile, bagno di folla all'Avenida Dos Aliados (Izzo)

Il Papa in Portogallo: la risposta più bella a chi immagina la Chiesa lontana dal Papa (Paolo Bustaffa)

Il Papa: "Dobbiamo vincere la tentazione di limitarci a ciò che ancora abbiamo, o riteniamo di avere, di nostro e di sicuro: sarebbe un morire a termine, in quanto presenza di Chiesa nel mondo, la quale, d’altronde, può soltanto essere missionaria nel movimento diffusivo dello Spirito. Sin dalle sue origini, il popolo cristiano ha avvertito con chiarezza l’importanza di comunicare la Buona Novella di Gesù a quanti non lo conoscevano ancora" (Omelia)

Appello del Papa ai credenti: siate testimoni della Resurrezione (Sir)

Il Papa e i segreti di Fatima (Filippo Di Giacomo)

Il Papa affida al cielo «i popoli e le nazioni del mondo» e alla Vergine di Fatima «i sacerdoti» (Gagliarducci)

L'elicottero del Papa sorvola la città di Porto

Il Papa a Fatima, ai piedi della Madre, abbracciato dal suo popolo (José Luis Restán)

La Madonna, il popolo, il Papa: l'editoriale di padre Lombardi (Radio Vaticana)

Benedetto XVI raduna mezzo milione di pellegrini a Fatima (Jean-Marie Guénois)

Padre Lombardi: il Papa sta vivendo questo pellegrinaggio con una grandissima gioia (Radio Vaticana)

La giornata di ieri a Fatima nel commento di Gian Guido Vecchi

La profezia di Fatima non è chiusa: l'uomo «non riesce a interrompere» il ciclo di morte e terrore che ha scatenato (Tornielli)

A Fatima il Papa raccomanda la sana tradizione (Jean-Marie Guénois)

Il Papa a Fatima: ancora insidie e persecuzioni alla fede ed ai deboli (Izzo)

Il Papa a Fatima: «No ai gretti egoismi di nazione, razza e ideologia» (Scaramuzzi)

Successo oltre ogni aspettativa (mediatica!) per il viaggio del Papa in Portogallo. A Fatima fedeli "arrampicati" persino sulle statue (Telegraph)

Il Papa e la "minoranza creativa": commento di Rachel Donadio per il NYT

Dopo lo schiaffo di Vienna, qual è l’agenda Schönborn? Che cattolicità vogliono? Inchiesta su un potere in crisi (Rodari)

Il Papa al Kirchentag: Chiesa luogo di speranza nonostante la zizzania al suo interno (Radio Vaticana)

«Evocando i peccati della chiesa il Papa spariglia i giochi» (Secolo)

L'importante discorso del Papa alle organzzazioni della pastorale sociale portoghese nel commento di Salvatore Izzo

Dieci anni fa veniva svelato il terzo segreto di Fatima, ma non e’ svanito il mistero che avvolge da un secolo la città mariana del Portogallo (Grana)

Il Papa: nella prova mi conforta l'appoggio dei vescovi. Nei media ed in politica avanza "proposta monoculturare" (Izzo)

Il Papa ai vescovi: Mantenete viva la dimensione profetica, senza bavagli, nello scenario del mondo attuale, perché la parola di Dio non è incatenata!

Il Papa: "Come vedete, il Papa ha bisogno di aprirsi sempre di più al mistero della Croce, abbracciandola quale unica speranza e ultima via per guadagnare e radunare nel Crocifisso tutti i suoi fratelli e sorelle in umanità. Obbedendo alla Parola di Dio, egli è chiamato a vivere non per sé stesso ma per la presenza di Dio nel mondo" (Discorso ai vescovi)

Massimo Introvigne: Non c’è persecuzione senza colpe (Cusimano)

Andrea Tornielli: Sullo scandalo pedofilia Papa Ratzinger più avanti dei suoi vescovi (Alagia)

Il risveglio dal torpore: il bellissimo commento di Bruno Mastroianni

Il Papa: "Tra tante istituzioni sociali al servizio del bene comune, vicine alle popolazioni bisognose, si contano quelle della Chiesa cattolica. Bisogna che sia chiaro il loro orientamento, perché assumano un’identità ben evidente: nell’ispirazione dei loro obiettivi, nella scelta delle loro risorse umane, nei metodi di attuazione, nella qualità dei loro servizi, nella seria ed efficace gestione dei mezzi" (Discorso)

Fatima, il Papa: la profezia della Vergine non si è ancora compiuta. Ai malati: "Avete valore, non sentitevi un peso" (Izzo)

Il Papa a Fatima, padre Lombardi: i fedeli hanno capito la sua lotta contro gli abusi (Izzo)

L'oceano e la tradizione: editoriale di Giovanni Maria Vian

Padre Lombardi: gli "scandali" non hanno intaccato la popolarità del Papa (Asca)

Papa a Fatima: Benedetto nel Santuario, mentre la statua della Vergine solca la folla (Izzo)

Santa Messa del Papa a Fatima: servizi di Rome Reports

Perché il Papa smentisce Bertone (e Messori). Il commento di Antonio Socci

Stampa portoghese: il viaggio del Papa è già un successo (Ansa)

Il Papa: la missione profetica di Fatima non è conclusa. Dio ha il potere d'infiammare i cuori più freddi e tristi (Radio Vaticana)

Fatima, Benedetto XVI accolto da mezzo milione di fedeli che gridano: "Viva o Papa". Multitudine mai vista al Santuario (Ansa)

Il Papa: "Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa. Qui rivive quel disegno di Dio che interpella l’umanità sin dai suoi primordi: «Dov’è Abele, tuo fratello? […] La voce del sangue di tuo fratello grida a me dal suolo!» (Gen 4, 9). L’uomo ha potuto scatenare un ciclo di morte e di terrore, ma non riesce ad interromperlo…" (Omelia)

I pellegrini a Fatima: Terzo Segreto? Pedofilia? Il Santo Padre non ha tempo per queste cose (Publico)

Il Papa si è fatto bambino: stupendo commento di Jean-Marie Guénois sulla preghiera alla Madonna di Fatima

La crisi è nella Chiesa. Implacabile, Benedetto XVI prosegue nella pubblica denuncia dei mali che affliggono l'orbe cattolico (Bertoncini)

Un ex legionario denuncia il fatto che Maciel fosse intoccabile. L'allora cardinale Ratzinger si impegnò ad intervenire (El Prural)

"Il gladiatore solitario. In questi mesi il Papa ha dato il meglio di sé". Commento di Miguel Mora (El Pais)

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN PORTOGALLO (11-14 MAGGIO 2010): LO SPECIALE DEL BLOG

Riceviamo e con grande piacere e gratitudine pubblichiamo:

CRISI: PAPA CHIEDE ETICA, CONCORDIA, E SOLIDARIETA'

(AGI) - Porto, 14 mag.

(dell'inviato Salvatore Izzo)

"La concordia e' essenziale per una salda coesione, via necessaria per affrontare con responsabilita' comune le sfide" della crisi economica che si fa sentire con molta forza in alcuni Paesi Europei.
Partendo dal Portogallo e' questo il messaggio che Benedetto XVI lascia al presidente Cavaco Silva e alle altre autorita' politiche del Paese che con Grecia e Spagna e' considerato a rischio dalla Ue, impegnate in questi giorni nel varo di durissime misure congiunturali (l'aumento dell'Iva e di altre imposte e un contributo di solidarieta' sui salari dei dipendenti pubblici) che dividono il mondo politico, i sindacati e l'opinione pubblica.
"Continui questa gloriosa Nazione - dice il Papa prima di imbarcarsi sul volo della Tap per Roma - a manifestare la grandezza d'animo, il profondo senso di Dio, l'apertura solidale, retta da principi e valori impregnati di umanesimo cristiano". "Per superare la crisi economica e le sue drammatiche conseguenze, occorre seguire l'esempio del Buon Samaritano che si fa vicino ad ogni uomo e versa sulle sue ferite l'olio della consolazione e il vino della speranza, pagando poi di persona, in anticipo, per la sua guarigione", ha suggerito ieri a Fatima, in un discorso rivolto alle organzzazioni della pastorale sociale delle diocesi del Portagallo ma a anche ai sindacati e alle associazioni laiche di volontariato che avevano voluto essere ugualmente presenti nella avveniristica chiesa della Trinita', costruita da qualche anno al limite della spianata.
Papa Ratzinger, ovviamente, non ha citato in nessuna delle due occasioni le nuove imposte che in Portogallo graveranno particolarmente sulla classe media. Ma le sue parole sono state uguialmente molto chiare, cosi' come e' stata forte la denuncia di una "pressione esercitata dalla cultura dominante, che presenta con insistenza uno stile di vita fondato sulla legge del piu' forte, sul guadagno facile e allettante", e cosi' "finisce per influire sul nostro modo di pensare, sui nostri progetti e sulle prospettive del nostro servizio, con il rischio di svuotarli di quella motivazione della fede e della speranza cristiana che li aveva suscitati".
Per Benedetto XVI - che ha chiesto in particolare al volontariato cattolico di "lottare contro i meccanismi socio-economici e culturali che portano all'aborto" ed impegnarsi per "la difesa della vita, la riconciliazione e la guarigione delle persone ferite dal dramma dell'aborto" - ancora oggi "lo scenario e' di crisi socioeconomica, culturale e spirituale, e cio' pone in evidenza l'opportunita' di un discernimento orientato dalla proposta creativa del messaggio sociale della Chiesa". "Lo studio della sua dottrina sociale, che assume come principale forza e principio la carita', permettera' - negli auspici di Ratzinger - di tracciare un processo di sviluppo umano integrale che coinvolga le profondita' del cuore e raggiunga una piu' ampia umanizzazione della societa'. Non si tratta di semplice conoscenza intellettuale, ma di una saggezza che dia sapore e condimento, offra creativita' alle vie conoscitive ed operative tese ad affrontare una cosi' ampia e complessa crisi".
"Possano le istituzioni della Chiesa, insieme a tutte le organizzazioni non ecclesiali, perfezionare - in questo modo - le loro capacita' di conoscenza e le direttive in vista di una nuova e grandiosa dinamica, che conduca verso 'quella civilta' dell'amore, il cui seme Dio ha posto in ogni popolo, in ogni Cultura'". Nella visione di Ratzinger, "con la sua dimensione sociale e politica, questa diaconia della carita' e' propria dei fedeli laici, chiamati a promuovere organicamente il bene comune, la giustizia e a configurare rettamente la vita sociale. "Chi impara da Dio Amore - infatti - sara' inevitabilmente una persona
per gli altri. In effetti, l'amore di Dio si rivela nella responsabilita' per l'altro". L'incontro di ieri a Fatima con il mondo della pastorale sociale, mostra l'attenzione che il Papa dedica alla poverta' e ai problemi della societa'", sottolinea da parte sua il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, per il quale quello della crisi economica e' stato un tema "presente nell'orizzonte del viaggio" anche se, ovviamente, i discorsi pronunciati in Portogallo "non sono stati di carattere contingente". "Speriamo - aggiunge il gesuita - che questa crisi passi e le cose che ha detto il Papa possano valere al di la' di questo momento". "A Fatima ho pregato per il mondo intero, chiedendo che il futuro porti maggiore fraternita' e solidarieta', un maggiore rispetto reciproco e una rinnovata fiducia e confidenza in Dio, dal quale per intercessione della Vergine ho invocato per tutti pace, coraggio e speranza", ha confidato del resto lo stesso Ratzinger nel discorso di congedo all'aeroporto di Porto.
Le indicazioni che Benedetto XVI lascia al mondo cattolico portoghese trascendono certo lo scenario della crisi, ma e' dentro questa tuttavia che vengono lette in questo Paese, perche' non c'e' oggi un portoghese che non sia seriamente preoccupato per il futuro.
"Le piu' profonde attese del mondo e le grandi certezze del Vangelo si incrociano nell'irrecusabile missione che ci compete, poiche' senza Dio l'uomo non sa dove andare e non riesce nemmeno a comprendere chi egli sia", ha rilevato allora Papa Ratzinger nell'omelia della messa celebrata a Porto per 120 mila fedeli (la seconda citta' del Paese e' stata il teatro di un ennesimo bagno di folla per questo Pontefice anziano che sembra quasi meravigliato di suscitare tanto calore e entusiasmo).
"Di fronte agli enormi problemi dello sviluppo dei popoli che quasi ci spingono allo sconforto e alla resa, ci viene in aiuto - ha aggiunto - la parola del Signore Gesu' Cristo che ci fa consapevoli: 'Senza di me non potete far nulla', e c'incoraggia: 'Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo'". "Questa certezza, se ci consola e ci tranquillizza, tuttavia - ha scandito il Papa - non ci esime dall'andare incontro agli altri".
"Oggi la Chiesa - ha spiegato - e' chiamata ad affrontare nuove sfide ed e' pronta a dialogare con culture e religioni diverse, cercando di costruire insieme ad ogni persona di buona volonta' la pacifica convivenza dei popoli".
Ma anche se "e' e' cambiato il quadro antropologico, culturale, sociale e religioso dell'umanita'", ugualmente l'evangelizzazione ("proponendo e mai imponendo") resta il primo compito della Chiesa. E per Benedetto XVI gia' "troppo tempo e' stato perduto e tanto lavoro rimandato, per inavvertenza su questo punto". "Dobbiamo vincere - ha detto il Papa nell'omelia della messa celebrata a Porto - la tentazione di limitarci a cio' che ancora abbiamo, o riteniamo di avere, di nostro e di sicuro: sarebbe un morire a termine, in quanto presenza di Chiesa nel mondo, la quale, d'altronde, puo' soltanto essere missionaria nel movimento diffusivo dello Spirito". "Sin dalle sue origini - ha ricordato - il popolo cristiano ha avvertito con chiarezza l'importanza di comunicare la Buona Novella di Gesu' a quanti non lo conoscevano ancora. Questa e' la missione improrogabile di ogni comunita' ecclesiale: ricevere da Dio e offrire al mondo Cristo risorto, affinche' ogni situazione di indebolimento e di morte sia trasformata, mediante lo Spirito Santo, in occasione di crescita e di vita". "A tale scopo - ha spiegato il Pontefice - in ogni celebrazione eucaristica, ascolteremo piu' attentamente la Parola di Cristo e gusteremo assiduamente il Pane della sua presenza". "Cio' fara' di noi - ha continuato il Papa teologo - testimoni e, piu' ancora, portatori di Gesu' risorto nei diversi settori della societa'".
"Volentieri avrei accettato l'invito a prolungare la mia permanenza nella vostra citta', ma non mi e' possibile. Permettetemi, dunque, di partire, abbracciandovi tutti affettuosamente in Cristo, nostra Speranza", ha infine salutato la folla, affacciandosi dopo il rito dall'imponente palazzo del municipio, dove era stata allestita la sagrestia. Un mare di bandierine e' stato agitato nell'immensa e gremita Avenida dos Aliados quando Ratzinger e' apparso al balcone con ancora i paramenti sacri e la mitra.
Le sue parole di commiato sono state interrotte piu' volte dagli applausi, ai quali ha risposto ogni volta con il grazie dei portoghesi: "obrigado!".
Un ragazzo e una ragazza hanno poi raggiunto il Pontefice sul balcone per donargli una chitarra e una felpa (un indumento sportivo con inseriti gli elettrodi che consentono di monitorare le performance cardiache degli atleti: forse non si addice a un 83enne, ma stamani bisognava vederlo scendere con passo sicuro dalla rampa inclinata dell'elicottero militare mentre i suoi ben piu' giovani collaboratori apparivano in evidente difficolta'). L'ultimo gesto prima di partire e' stato la benedizione della prima pietra del seminario missionario "Redemptoris Mater" che sorgera' a Porto per iniziativa del Cammino Neocatecumenale.

© Copyright (AGI)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

http://rorate-caeli.blogspot.com/2010/05/florida-alert.html

"The parish priest of Saint Anthony's, in San Antonio, Florida (Tampa Bay Area), is under fire from the anti-Catholic liberals in his parish who cannot get over the fact that he is a priest obedient to the motu proprio Summorum Pontificum. Among the myriad of Masses in the "Ordinary Form" that he celebrates every week, Father Palka offers a public Sunday Traditional Mass, and a private one on Mondays.

That is it - but that and a few moments of dignity introduced in the activity of the Parish have been enough to induce a group of rabid dissidents to get a hearing with the Bishop of Saint Petersburg today.

We and our thousands of readers (including those oltre Tevere) are aware of what is happening, and we will not keep silent."

mic ha detto...

sembra, leggendo i commenti, che quel vescovo abbia abolito l'Adorazione perpetua... e approvi i genitori di Terry Schiavo...