mercoledì 12 maggio 2010

La terza parte del segreto di Fatima nell'articolato commento di Andrea Tornielli


Vedi anche:

Secondo Rachel Donadio (NYT) quella di ieri sarebbe stata la presa di posizione più forte del Papa contro la pedofilia

Dall'Apocalisse alla speranza: così Benedetto XVI rilegge il Messaggio di Fatima (Zizola)

La Chiesa peccatrice: il commento di Aldo Maria Valli

INTERVISTA CONCESSA DAL PAPA SUL VOLO PER LISBONA SU CHIESA IN PORTOGALLO, CRISI ECONOMICA, TERZO SEGRETO DI FATIMA E ABUSI SESSUALI NEL CLERO

Benedetto XVI non parla mai al vento. Le sue parole pesano e si riempiono di un’attualità non riconducibile alle contingenze (Iannuzzi)

Il Papa e il segreto di Fatima: "La Chiesa sarà sofferente" (Andrea Gagliarducci)

Il Papa ai giovani: "Grazie per la gioiosa testimonianza che offrite a Cristo, l’eternamente giovane, e per la premura manifestata al suo povero Vicario in terra con questo incontro serale"

Come seguire minuto per minuto la visita del Papa in Portogallo

Nel terzo segreto di Fatima anche la pedofilia. Il card. Ratzinger voleva fare pulizia, fu bloccato, ma denunciò la sporcizia nella Chiesa (Vecchi)

Il Papa ai giovani: felice di unirmi alla moltitudine di pellegrini di Fatima. Poi scherza: adesso dovete lasciarmi andare a dormire (Izzo)

Le parole del Papa di ieri sulla pedofilia sono indice di un comportamento, se ci si passa il termine, «rivoluzionario» (Brambilla)

Preti pedofili, padre Lombardi: "Il Papa non ha mai criticato i media, dunque non c'e' nessun cambio di rotta. Benedetto XVI è in ottima forma" (Izzo)

Il Papa: Spesso ci preoccupiamo affannosamente delle conseguenze sociali, culturali e politiche della fede, dando per scontato che questa fede ci sia

Il Papa: «La Chiesa soffre per i suoi stessi peccati» (Gasparroni)

Benedetto XVI accolto a Lisbona da una folla immensa e festante (Cerri)

Il Papa afferma che il nemico è dentro la Chiesa. Durissima condanna della pedofilia, netta discontinuità con il passato (Relea)

Fatima ed il mistero di Roma. Benedetto XVI evita ogni personalismo e invita a riflettere sul "mistero" (El Pais)

L'inquietante caso Mixa: le accuse si avviano al fiasco totale ma intanto il danno è fatto. Consegnata all'ex vescovo di Augusta una lettera del Papa

Il Papa: la persecuzione nasce dal peccato nella Chiesa. A Lisbona: Cristo Re abbraccia i poveri e gli oppressi: il bellissimo commento di Izzo

Il Papa a Lisbona: 200mila fedeli assistono alla Messa di oggi. Tripudio di applausi quando si poggia sul petto la maglia del Benfica (Izzo)

Un viaggio mariano nel segno della speranza (Nicola Gori)

Il Papa in Portogallo: lo speciale di Giacomo Galeazzi

Papa: a Lisbona 200mila fedeli per la messa

Il Papa: non dare per scontato che la fede ci sia

Il Papa: "Bisogna annunziare di nuovo con vigore e gioia l’evento della morte e risurrezione di Cristo, cuore del cristianesimo, fulcro e sostegno della nostra fede, leva potente delle nostre certezze, vento impetuoso che spazza via qualsiasi paura e indecisione, qualsiasi dubbio e calcolo umano. La risurrezione di Cristo ci assicura che nessuna potenza avversa potrà mai distruggere la Chiesa" (Omelia)

L'ottimismo di Benedetto XVI: il Papa visto dal direttore dell'Osservatore Romano

Spettacolare e commovente accoglienza per il Papa a Lisbona :-)

Fatima. Aveva ragione Socci? (Rodari)

Schönborn, spettacolo e strategia. Suggestioni, domande e qualche risposta sullo “schiaffo di Vienna” (Rodari)

Fedele alla sua missione, il Papa è disposto a portare la croce della pedofilia a nome di tutta la Chiesa Cattolica (José Manuel Vidal)

Il Papa: alla Chiesa ferita dagli abusi Fatima chiede penitenza, non arretramenti (Izzo)

Il terzo segreto di Fatima? Il commento di Francesco Colafemmina

Il Papa pronuncia la suo più dura e chiara condanna dell'atteggiamento della Curia sulla pedofilia (Miguel Mora)

Arrivo del Papa a Lisbona: video di Rome Reports

Il Papa: per la Chiesa la pedofilia è un fatto terrificante. Sofferenze Chiesa annunciate in terzo segreto di Fatima (Ansa)

Pedofilia, il Papa rivela ai giornalisti: "Nel 3° segreto di Fatima le sofferenze della Chiesa". Trascrizione a cura di Andrea Tornielli

Il filosofo portoghese Eduardo Lourenço: il coraggio e l'umiltà di Benedetto XVI

L'ex legionario Patricio Cerda: La Legione di Cristo è come una setta. Il cardinale Ratzinger mi ha ascoltato, è stato coraggioso (Luis Sierra)

Allen: la nomina del card. Pell al posto di Re sarebbe una mossa strategica

Ma che senso ha la "guerra" dei Cardinali che è scoppiata in Vaticano? (Raffaele Iannuzzi)

'Caro Papa, siamo con te': oltre 10mila sms di solidarietà (3351863091) per Papa Ratzinger (notizia e video)

La passione di Joseph Ratzinger per la verità nella testimonianza del cardinale Tarcisio Bertone: il segretario di Stato spiega il Papa (O.R.)

Falsi storici. Padre Lombardi smentisce il professor Melloni (Magister)

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN PORTOGALLO (11-14 MAGGIO 2010): LO SPECIALE DEL BLOG

Le visioni dei pastorelli dalla Guerra mondiale all'attentato a Wojtyla

di Andrea Tornielli

Alcuni studiosi hanno ipotizzato che la Santa Sede non abbia reso noto tutto, ma abbia preferito occultare una parte del testo relativa all'apostasia nei vertici vaticani

Fatima - La terza parte del segreto di Fatima venne rivelata esattamente dieci anni fa per volere di Papa Wojtyla. Quel testo, redatto negli anni Quaranta da suor Lucia dos Santos, descriveva una visione che la Vergine offrì agli sguardi dei pastorelli nel 1917: un angelo con una spada di fuoco che emetteva fiamme «che sembra dovessero incendiare il mondo», e una voce che richiamava alla penitenza. Poi «un vescovo vestito di bianco», il Papa, e «vari altri vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose» che salivano una montagna, in cima alla quale c’era una croce fatta di tronchi grezzi e qui, dopo essere passato in mezzo ai cadaveri dei martirizzati, il vescovo vestito di bianco veniva assassinato da alcuni soldati. Il Papa della visione cadeva ucciso, mentre Giovanni Paolo II, il 13 maggio 1981, era sopravvissuto: «Una mano ha sparato – disse –, un’altra ha guidato la pallottola», attribuendo all’intervento della Vergine la sua salvezza.
Le prime due parti del segreto erano state già rivelate nel corso della Seconda guerra mondiale.
Nella prima, la Madonna fece vedere ai tre pastorelli l’inferno, con le anime dei dannati immerse nel fuoco come «se fossero braci trasparenti e nere o bronzee», che emettevano orrende «grida e gemiti di dolore e disperazione». Nella seconda parte, Maria spiegò il senso di quella visione, dicendo che Dio voleva stabilire nel mondo la devozione al cuore immacolato della Vergine. Se ciò non fosse avvenuto, una nuova peggiore guerra avrebbe avuto inizio «durante il pontificato di Pio XI». Inoltre, la Russia avrebbe sparso i «suoi errori per il mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte».
Per molti anni, a motivo delle dichiarazioni e delle interviste rilasciate da coloro che nel corso degli anni avevano preso visione del Terzo segreto, si era pensato che vi fosse contenuta una profezia apocalittica sul mondo o sulla Chiesa.
Il fatto che la stessa veggente avesse indicato la data del 1960 come possibile per svelare la terza parte del testo, legava il messaggio al Concilio ormai imminente e soprattutto alla crisi che si sarebbe verificata nella Chiesa durante gli anni del post-concilio.
Dopo la pubblicazione del segreto, nel 2000, e il commento vaticano che legava la visione di Lucia all’attentato del 1981, alcuni studiosi, come pure alcuni gruppi fatimiti, hanno contestato questa interpretazione, ipotizzando che la Santa Sede non abbia reso noto tutto, ma abbia preferito occultare per motivi di opportunità una parte del testo relativa all’apostasia nei vertici della Chiesa. Questa ipotesi è stata più volte seccamente smentita dal cardinale Segretario di Stato Tarcisio Bertone che, dieci anni fa, come vice del cardinale Ratzinger, fu coinvolto direttamente nei contatti con la veggente di Fatima.

© Copyright Il Giornale, 12 maggio 2010 consultabile online anche qui.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

La crisi della dottrina degli anni post-conciliari è la vera "passione della Chiesa", la profonda radice dell'apostasia. Altro discorso è la sofferenza per i peccati degli uomini di chiesa come ad esempio la piaga causata dagli abusi sessuali del clero.
Purtroppo la gran parte dei commenti stanno leggendo la "passione della Chiesa" indicata da Benedetto XVI solo in chiave morale alla luce dei tremendi casi di abuso sessuale del clero.

Miserere ha detto...

Quoto al 100 % l'anonimo. Queste sofferenze della Chiesa non sono dovute soltanto alla pedofilia al suo interno, come la maggior parte dei media stanno sottolineando, ma all'apostasia silenziosa che in pochi vogliono vedere ed ammettere ma che si fa sentire spaventosamente!

mattax ha detto...

Com'è vasta la Chiesa e i suoi componenti. Pensa che per me, fratelli in Cristo "Anonimo" e "Miserere", il Concilio Vaticano II è stato uno dei momenti più alti della storia della Chiesa.

Cari saluti, Matteo