domenica 30 maggio 2010

Mons. Scicluna inquadra teologicamente la linea di «tolleranza zero» del Papa (Galeazzi)


Vedi anche:

Venerdì il Papa vola a Cipro, Paese diviso ma anche avanposto dell'Unione Europea verso il Medio Oriente (Izzo)

Sinodo per il Medio Oriente: un esame di coscienza. Intervista con il relatore generale (Sir)

Al fianco dei minori abusati, preghiera in San Pietro. La meditazione affidata a Mons. Scicluna (Cardinale)

Ettore Bernabei: "Le lobby della finanza globale dietro l'attacco alla Chiesa" (Cazzullo)

Il Papa ai Cristiani: rimanete sempre fedeli a voce coscienza (Ansa)

Preghiera per il Santo Padre in occasione del viaggio apostolico a Cipro

Il Papa: il segno della Croce aiuta a mantenere intatta la fede (Izzo)

Benedetto XVI all'Angelus parla della Trinità: con il segno della Croce Dio abbraccia le nostre persone. Ricordata la prossima visita a Cipro (R.V.)

Il Papa: La Trinità abita in noi dal giorno del Battesimo, con l’aiuto del sacerdote (AsiaNews)

Il Papa: "Il nome di Dio, nel quale siamo stati battezzati, noi lo ricordiamo ogni volta che tracciamo su noi stessi il segno della croce" (Angelus)

La visita del Pontefice a Cipro è la prima pietra del Sinodo

Mons. Scicluna ha ricordato il dovere dei vescovi di perseguire con assoluta severità gli abusi sessuali commessi dal clero (Tornielli)

Propaganda Fide, l’impero del mattone in mano a Balducci (Chiocci). Non è chiaro nell'articolo ma ci si riferisce ad episodi di anni fa...

Visita del Papa a Cipro: Benedetto va al fronte orientale. Intervista a Georgios Poulides, ambasciatore di Nicosia presso la Santa Sede (Casadei)

Pedofilia, chiesa italiana un pò troppo "immobile": il commento di Francesco Peloso

L'ammissione del card. Bagnasco su possibili coperture di preti pedofili in Italia è il segnale della svolta sollecitata da Papa Benedetto (Vecchi)

Pedofilia, mons. Scicluna ricorda la «terribile» condanna del Vangelo e dei Padri della Chiesa (Pinna)

Sacerdoti, il duro monito di Mons. Scicluna (Il Velino)

Dio aiuti il Papa a convertire i vescovi. Monumentale articolo di Antonio Socci

Cei, azione zero sui pedofili. Il fossato fra i vescovi italiani ed il Papa (Politi)

Mons. Scicluna: «Guai a chi calpesta l'innocenza dei bambini» (Avvenire)

Santità e violenza nei Legionari: inchiesta di Stefanini e Crippa (Il Foglio)

L'arcivescovo Monteiro de Castro ripropone il messaggio della visita di Benedetto XVI in Portogallo (Nicola Gori)

Preghiera in San Pietro per l'espiazione degli abusi commessi da sacerdoti (Radio Vaticana)

Card. Bagnasco: «Mai più coperture per un reato terrificante come la pedofilia» (Galeazzi)

Preti pedofili, Mons. Scicluna: la tolleranza zero imposta dal Papa è dolorosa ma necessaria. Citato il Vangelo di Marco (Izzo)

L'allarme di Bagnasco e gli interventi di Papa Benedetto (Riccardo Paradisi)

Pedofilia, così ha fatto breccia la linea di Papa Ratzinger: dalla lettera agli Irlandesi al viaggio in Portogallo (Vecchi)

Pedofilia, l'invito di Benedetto XVI a essere trasparenti sta dando i suoi frutti (Giansoldati)

Il Papa: esprimo profonda stima al nobile popolo cinese. Matteo Ricci ricordato in Cina come Marco Polo (Izzo)

Il Papa: "Profonda stima per il nobile popolo cinese"

Abusi, preghiera di riparazione in Vaticano. Mons. Scicluna cita il Vangelo di Marco (Repubblica)

La radio esalta Assisi e dimentica san Pietro. Così la folla per il Papa diventa serie B (Caterina Maniaci)

Il Papa: Matteo Ricci ha portato il Vangelo in Cina e di conseguenza il dialogo fra le culture (AsiaNews)

Il Papa celebra padre Matteo Ricci, nel quarto centenario della morte: il suo esempio stimoli un nuovo dialogo tra Vangelo e cultura cinese

Adorazione eucaristica e preghiera per il Papa in San Pietro (Osservatore Romano)

Il Papa: "La storia delle missioni cattoliche comprende figure di grande statura per lo zelo e il coraggio di portare Cristo in terre nuove e lontane, ma P. Ricci è un caso singolare di felice sintesi fra l’annuncio del Vangelo e il dialogo con la cultura del popolo a cui lo si porta, un esempio di equilibrio tra chiarezza dottrinale e prudente azione pastorale" (Discorso)

Il viaggio del Papa a Cipro: editoriale di padre Lombardi (Radio Vaticana)

L`ammissione del card. Bagnasco segna la volontà diffusa di un ripensamento sulla scia dei giudizi duri espressi di recente dal Papa (Franco)

Viaggio del Papa a Cipro, l'arcivescovo Chrisostomos II: fuori dal Santo Sinodo per un anno i contrari alla visita del Papa (Morroni)

Melloni elogia il card. Bagnasco che sta dalla parte delle vittime. Non una parola di lode o riconoscenza al Papa

Chiesa e pedofilia, Bagnasco: "Affrontai un caso a Pesaro"

Adorazione Eucaristica stamattina in San Pietro in riparazione degli abusi

Card. Bagnasco: I motivi che vede il Papa» quando denuncia il «carrierismo» ecclesiale «li vediamo tutti (Tornielli)

Il Papa ai politici: «No alla ricerca di interessi personali» (Gasparroni)

Vian: Forse il Papa si fida troppo dei media e si aspetta interlocutori alla sua altezza intellettuale (Politi, che non parla del prete di Lodi!)

Benedetto XVI, il Papa che più ha fatto per valorizzare il ruolo delle donne in curia (Il Foglio)

Il Concilio Vaticano II "tradito" dal 68? Analisi di Giulio Battioni

Il Papa in Inghilterra: il punto sulla preparazione (Sir Europa)

Il Papa ai vescovi: tutelare lavoro e cultura (Paradisi)

Pedofilia, intervista di Padre Lombardi a Jesus: rigore e rinnovamento (Scaramuzzi)

Inchiesta di Jesus sulla pedofilia nella Chiesa: tolleranza zero e rinnovamento

Il pm della Santa Sede inquadra da un punto di vista teologico la «tolleranza zero»

“Per i pedofili l’inferno sarà più duro”

GIACOMO GALEAZZI

CITTÀ DEL VATICANO

Il Vangelo maledice i pedofili e l’inferno sarà ancora più duro per i preti che abusano dei minori. In un solenne atto penitenziale nella Basilica vaticana e in vista del monito che Benedetto XVI lancerà tra dieci giorni all’incontro mondiale del clero, Charles Scicluna, promotore di giustizia dell’ex Sant’Uffizio, trasforma in anatema la «preghiera di riparazione» a San Pietro: la peggiore dannazione attende i rappresentanti del clero che hanno violentato bambini.
Con parole pesanti come macigni, il pm che indaga i sacerdoti pedofili inquadra teologicamente la linea di «tolleranza zero» divenuta obbligatoria malgrado le resistenze di settori della gerarchia ecclesiastica. Il Pontefice persegue la «purificazione» della Chiesa dal «marciume» e nessuna omissione di vigilanza e di denuncia sarà più tollerata. Dopo i nuovi capi degli episcopati nazionali (Schönborn, Léonard, Zollitsch, Bagnasco) ieri è intervenuto un altro «ratzingeriano» che occupa un ruolo-chiave in Curia per marcare la netta discontinuità rispetto agli insabbiamenti e alle coperture del passato.
Quindi la Santa Sede dichiara ufficialmente che le pene dell’inferno aspettano tutti coloro che si sono macchiati del peccato di pedofilia, ma saranno ancora più dolorose per i religiosi che abusano dei minori. E a rilanciare la «terribile» condanna del Vangelo e dei Padri della Chiesa è stato, significativamente, il giudice ecclesiastico incaricato di seguire le denunce per pedofilia che giungono da tutto il mondo in Vaticano. Monsignor Scicluna ha preso spunto dal Vangelo di Marco in cui Gesù avverte che chi «scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare». Non a caso ha voluto commentare il brano attraverso la nettissima condanna di San Gregorio Magno.
«Chi dopo essersi portato ad una professione di santità distrugge altri tramite la parola, con l’esempio, sarebbe davvero meglio per lui che i suoi malfatti gli fossero causa di morte essendo secolare (ossia non religioso) piuttosto che il suo sacro ufficio lo imponesse come esempio per altri nelle sue colpe, perché tendenzialmente se fosse caduto da solo il suo tormento nell’inferno sarebbe di qualità più sopportabile». Da stretto collaboratore del Papa, Scicluna ha evocato un’immagine degli inferi, la valle della Geenna dell’Antico Testamento, anche per mettere in guardia i religiosi di oggi dalle amicizie a dai legami che possono trasformarsi in peccato. «Se il mio amico, il mio compagno, la persona a me cara è per me occasione di peccato, è per me un inciampo nel mio peregrinare, io non ho altra scelta, secondo il criterio del Signore, se non di tagliare questo legame», avverte. «Chi negherebbe lo strazio di una tale scelta? Non è forse questa una crudele amputazione? Eppure il Signore è chiaro: è meglio per te entrare da solo nel Regno, senza una mano, senza un piede, senza un occhio, che con il mio amico andare nella Geenna, nel fuoco inestinguibile». Dunque è’«doloroso ma necessario» il «dovere dei vescovi di perseguire con assoluta severità gli abusi sessuali del clero, escludendo i colpevoli dal ministero sacerdotale e deferendoli ai giudici competenti».

© Copyright La Stampa, 30 maggio 2010

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Pare che ci risiamo, Raffa. Di nuovo la AP, però stavolta viene coinvolto anche Papa GPII. Fai attenzione all'anno
http://www.google.com/hostednews/ap/article/ALeqM5h6P5LUJcJg0aOQ4iiSuyYxSyg1eAD9G1AH8O0
Alessia

Raffaella ha detto...

Posso dirlo?
Che palle, cara Alessia!
Le date parlano chiaro, cara AP!
In ogni caso vorremmo sapere l'eta' del prete al momento della richiesta di dispensa.
Inoltre e' lapalissiano il fatto che, qualora si tratti di una richiesta di abbandonare il sacerdozio per contrarre matrimonio, serva la richiesta dell'interessato (non del vescovo!).
Dovrebbe essere altrettanto chiaro che FINO AL 2001 erano le diocesi a doversi occupare dei casi di pedofilia, non la Santa Sede.
Scommettiamo, Alessia?
A questa notizia non verra' dato troppo peso.
Perche'? Chi indovina vince un ambrogino :-))
R.

Anonimo ha detto...

Facile, c'è di mezzo chi si vuole a tutti costi tener fuori, Raffa.
Che battaglia, che il Signore di aiuti.
Vedrai il programma della Gabanelli? Io sì.
Buona serata, Raffy :-))

mariateresa ha detto...

lo penso anch'io, Raffaella.
Ma la storia è anche un tantino usurata.Certo che questi dell'AP fanno di tutto per guadagnarsi la pagnotta. Anche se è rancida. Concordo con la considerazione: che due palle.
Eppoi si discute se c'è o no una campagna di stampa.Ma vaffa.

sonny ha detto...

Uffff.Che do bali! (traduzione modenese di ciò che ha scritto Raffa)

x Raffaella.
Quanti ambrogini hai a disposizione?

mariateresa ha detto...

ho letto anche l'AP sul viaggio a Cipro riportato da Teresa Benedetta, non vi do nemmeno il link perchè non vale la fatica di spingere il tasto . Ma questi dell'AP hanno veramente un problema nella loro testa.E scrivono in un modo così apertamente fazioso da non tenere vergogna.Quasi è ridicolo.

Anonimo ha detto...

L'eta' del Campbell, a scanso di omonimia, doveva essere alta, in quanto ordinato nel 1952. E' gia' morto da 8 anni.

Qui ho trovato questo, segnati questo url che mi sa tornera' utile per controlli incrociati:
http://www.bishop-accountability.org/

cerca "by name" e scegli lettera C

Arrested on sexual assault charges in 1985. Also had child porn in his possession. Had history of abuse involving numerous victims going back at least 20 years. Convicted and sentenced to 14 yrs prison. Released 1992. Removed from ministry and then died in late 2002. At least 1 civil suit settled in 2004 mass settlement. Six more victims from 1970s and early 1980s settled with Diocese 1/07 for $625K total.

mattax ha detto...

Scusate, ma io non ci sto capendo proprio nulla.

Mattax

Raffaella ha detto...

Ciao Mattax, l'AP cerca di coinvolgere ancora il cardinale Ratzinger perche' non avrebbe concesso velocemente una dispensa.
Questa volta pero' piu' che altro la colpa piu' grave viene attribuita a Papa Wojtyla.
Ecco perche' probabilmente queste accuse verranno lasciate cadere.

Alessia, ho visto un pezzo di Report.
Volutamente si e' fatta una grande conclusione. Non e' stato ben spiegato a chi va l'otto per mille e le continue immagini del Papa (regnante) mi hanno irritato.
R.

Anonimo ha detto...

E il pistolotto finale della Gabanelli come l'hai trovato?
Alessia

Raffaella ha detto...

Non ho sentito...che cosa ha detto?
R.

Anonimo ha detto...

Questo faziosissimo sito fornisce una specie di riassunto/traduzione, mattax
http://www.giornalettismo.com/archives/65112/papa-ratzinger-rifiuto-sconsacrare/
Alessia

Anonimo ha detto...

Ha ripreso le parole che il nostro Papa ha rivolto al clero contro il carrierismo e la brama di denaro e potere per farne una specie di esortazione che io chiamo pistolotto. In generale, mi sembra che la Gabanelli non sia contro la Chiesa cattolica, ma contro certi comportamenti che non si possono non criticare.
Alessia

mattax ha detto...

Grazie Raffaella e Alessia dei suggerimenti.

Mattax