sabato 9 ottobre 2010

Il Papa invita le Chiese orientali cattoliche a promuovere l’identità del proprio rito in comunione con Roma (Radio Vaticana)

Vedi anche:

Il Papa: "Compito di tutte le Chiese orientali cattoliche è quello di conservare il comune patrimonio disciplinare e alimentare le tradizioni proprie, ricchezza per tutta la Chiesa" (Discorso)

La coscienza specchio della verità: la Chiesa celebra oggi il Beato John Henry Newman

Sinodo: seme di pace. L’editoriale di padre Lombardi (Radio Vaticana)

Incontro cordiale fra il Papa e Sarkozy ma resta il monito: agli immigrati ed ai perseguitati va data accoglienza (Vecchi)

Sarà reso noto lunedì, il nome del nuovo arcivescovo di Torino, successore del cardinale Poletto (Tornielli)

"Attacco a Ratzinger": la recensione di Sandro Bondi (Panorama)

Peter Seewald: Anche questa volta l'intervistato (Papa Benedetto) non si è sottratto ad alcuna domanda (Bevilacqua)

Sarkozy al Papa: "I francesi hanno un bel ricordo della Sua visita a Parigi. È stata un grande successo" (Tornielli)

Ettore Gotti Tedeschi, presidente dello Ior, discute della crisi con i grandi banchieri italiani (Gagliarducci)

Visita di Sarkozy in Vaticano. Il Papa chiede uno sviluppo economico pensato per l'uomo (Gagliarducci)

Udienza del Papa al presidente Sarkozy: incontro cordiale e grande intesa (Izzo)

Il Papa domani celebra la Messa in memoria del card. Newman (Bandini)

I ragazzi del comitato "Addiopizzo junior" scrivono al Papa per ringraziarlo delle sue parole contro la mafia

Il direttore dell'Osservatore Romano commenta la visita del Papa a Venezia ed Aquileia: "Rappresenta un segno di grande attenzione del Pontefice per l’intera regione" (Viafora)

Udienza del Papa al Presidente francese: video Repubblica

Annunciati a Francoforte il libro con l'intervista di Seewald a Benedetto XVI e il secondo volume del Papa su Gesù (Radio Vaticana)

Botta e risposta con Israele sulla fuga dei Cristiani (Izzo)

Pace sì, ma soprattutto fede per la Chiesa mediorientale (Bruno Mastroianni)

Equilibri vaticani (Angela Ambrogetti)

Due nomine vaticane in linea con la tradizione. L'elenco di chi ha maturato l'anzianità e sarà sostituito (Matteo Orlando)

Card. Tauran a Sarkozy: rispetto per la vita e per gli immigrati (Izzo)

Benedetto XVI ai giornalisti: non consumate gli eventi come fossero spettacoli (Frigerio)

Il Premio Nobel a Liu Xiaobo, un dono per la Cina e per l’occidente (Bernardo Cervellera)

33 minuti di colloquio fra il Papa e Sarkozy. Incontro cordiale sul Medio Oriente e pace. Ribadita la volontà di collaborazione (Izzo)

Il cardinale Tauran: un Sinodo per incoraggiare i cristiani a restare nella Terra della Rivelazione

Mons. Eterovic presenta il Sinodo dei Vescovi per il Medio Oriente (Radio Vaticana)

Il libro-intervista con Benedetto XVI esce il 24 novembre. Il secondo volume del libro su Gesù si intitolerà «Dall’ingresso a Gerusalemme alla Risurrezione»

Il Papa e la deriva dell'informazione-attrazione: ricercare la verità con passione e competenza (Folena)

Benedetto XVI riceve Sarkozy: Medio Oriente ed economia al centro dei colloqui in Vaticano (Radio Vaticana)

Al Pontefice in dono la Sicilia di Newman (Turrisi)

Il Papa a Venezia e Aquileia. L’annuncio di Scola: la visita il 7 e l’8 maggio 2011 (Del Mas)

Sull'Islamofobia sarà il sinodo a fare chiarezza? Il commento di Paolo D'Andrea

«Resistere e aiutare il Medio Oriente». Il Sinodo spiegato da padre Samir (Burini)

UDIENZA DEL PAPA AL PRESIDENTE FRANCESE SARKOZY (8 OTTOBRE 2010)

Mezzora di colloquio fra il Papa e Sarkozy

Chiesa e media, un nuovo orizzonte. Benedetto XVI alla stampa cattolica (Paolo Bustaffa)

Ecco il nuovo ministro del Papa per riformare il clero (Rodari)

William Doino: Papa Benedetto confonde i suoi critici. Commento al viaggio nel Regno Unito

I minatori cileni hanno inviato al Papa una bandiera firmata da tutti (Rome Reports)

Due bellissime foto del Papa con il gatto "inglese" Puskin :-)
_____________________________________________

Il Papa invita le Chiese orientali cattoliche a promuovere l’identità del proprio rito in comunione con Roma

Le Chiese orientali cattoliche sono chiamate “a conservare la propria identità, che è allo stesso tempo orientale e cattolica”: è quanto ha detto il Papa ricevendo, stamani in Vaticano, i partecipanti al Convegno di studio per il 20.mo anniversario della promulgazione del Codice di diritto Canonico Orientale. Ce ne parla Sergio Centofanti.

Il Papa rende omaggio all’intuizione di Giovanni Paolo II che volle dotare le Chiese orientali cattoliche di “un Codice completo, comune e adatto ai tempi”: una normativa, distinta da quella latina, per ridare “nuovo vigore apostolico” alle 23 Chiese raggruppate nelle cinque grandi tradizioni orientali: alessandrina, antiochena, armena, caldea e bizantina. Questa ricorrenza ventennale – osserva Benedetto XVI – è un’occasione per verificare in quale misura il Codice sia entrato effettivamente nella vita quotidiana delle Chiese orientali, stimolando i fedeli a vivere la fede secondo le ricchezze del proprio rito. A questo proposito – spiega – i sacri canoni della Chiesa antica, che ispirano l’attuale codificazione orientale, aiutano “tutte le Chiese orientali a conservare la propria identità, che è allo stesso tempo orientale e cattolica”:

“Nel mantenere la comunione cattolica, le Chiese orientali cattoliche non intendevano affatto rinnegare la fedeltà alla loro tradizione. Come più volte è stato ribadito, la già realizzata unione piena delle Chiese orientali cattoliche con la Chiesa di Roma non deve comportare per esse una diminuzione nella coscienza della propria autenticità ed originalità. Pertanto, compito di tutte le Chiese orientali cattoliche è quello di conservare il comune patrimonio disciplinare e alimentare le tradizioni proprie, ricchezza per tutta la Chiesa”.

Gli stessi sacri canoni dei primi secoli della Chiesa – ha proseguito il Papa – “costituiscono in larga misura il fondamentale e medesimo patrimonio di disciplina canonica che regola anche le Chiese ortodosse. Pertanto, le Chiese orientali cattoliche possono offrire un peculiare e rilevante contributo al cammino ecumenico” nello spirito della preghiera di Gesù: «Tutti siano una cosa sola…perché il mondo creda…» (Gv 17,21). Nell’attuale “impegno della Chiesa per una nuova evangelizzazione – conclude Benedetto XVI – il diritto canonico, come ordinamento peculiare ed indispensabile della compagine ecclesiale, non mancherà di contribuire efficacemente alla vita e alla missione della Chiesa nel mondo, se tutte le componenti del Popolo di Dio sapranno saggiamente interpretarlo e fedelmente applicarlo”:

“Esorto perciò, come fece il Venerabile Giovanni Paolo II, tutti i diletti figli orientali «a osservare i precetti indicati con animo sincero e con umile volontà, non dubitando minimamente che le Chiese orientali provvederanno nel miglior modo possibile al bene delle anime dei fedeli cristiani con una rinnovata disciplina, e che sempre fioriranno e assolveranno il compito loro affidato sotto la protezione della gloriosa e benedetta sempre vergine Maria che con piena verità è chiamata Theothokos e che rifulge come madre eccelsa della Chiesa universale»”.

© Copyright Radio Vaticana

1 commento:

Mic ha detto...

il problema è che molte di loro sono già inquinate dal rito neocatecumenale...
che il Signore preservi chi ancora è immune