giovedì 22 aprile 2010

L'enigma di Papa Benedetto è che egli è attaccato proprio dove i fatti gli danno ragione (Magister)


Vedi anche:

Il Papa all'Ambasciatore dell’ex-Repubblica Jugoslava di Macedonia: "Nel Popolo macedone sono ben visibili i segni dei valori umani e cristiani, incarnati nella vita della gente, che costituiscono l’apprezzato patrimonio spirituale e culturale della Nazione" (Discorso)

La Santa Sede eviti di disperdere le energie facendo causa alla KlimaFa e si concentri nel denunciare penalmente e civilmente chi offende il Papa!

Il Papa accetta le dimissioni del terzo vescovo irlandese. Mons. Moriarty: chiedo scusa alle vittime e alle loro famiglie

Irlanda, Benedetto XVI ha accettato le dimissioni di mons. James Moriarty, vescovo di Kildare e Leighlin

La direttrice di una scuola dell'infanzia: A Ratisbona tutti sono orgogliosi del loro Papa

Il vescovo di Augusta, mons. Walter Mixa, ha presentato le dimissioni. Lo ha confermato oggi l’ufficio stampa della diocesi in un comunicato (Sir)

Tempo di sofferenza, tempo di grazia: il commento di José Luis Restán

Card. Ruoco Varela: "La Chiesa spagnola dà la sua adesione incondizionata al Papa"

Il Papa a Malta ha «condiviso la sofferenza» delle vittime degli abusi da parte di sacerdoti (Andrea Gagliarducci)

"Ho pregato con le vittime". Il Papa commosso da Malta (Ansaldo)

Il Prof. Coverdale (Seton Hall University School of Law) stronca giuridicamente il NYT in una lettera (che non gli viene pubblicata)

Ratzinger il provocatore: il commento di Angela Ambrogetti. Da incorniciare :-)

Fr. Chadwick (TAC): "Abbiamo un Papa romantico? Il ripristino del connubio tra fede e ragione è molto più radicale e progressista della richiesta di Kung di un dialogo più liberale"

Il card. Castrillon Hoyos non celebrerà Messa a Washington

Il Papa: «A Malta ho sofferto assieme alle vittime» (Tornielli)

Giornali ed agenzie fanno informazione o fungono da megafoni degli avvocati americani? Per l'ennesima volta: la CDF è competente dal 2001!

I consueti eppure straordinari mercoledì di udienza a San Pietro (Scelzo)

I primi cinque anni di un pontificato benedetto: il bellissimo commento di Gianteo Bordero

I cinque anni di Benedetto XVI nel commento di Carl Anderson

Adrian Pabst: Così Benedetto difende la Chiesa da quei cattivi maestri che la odiano (Sussidiario)

Card. Tucci: il Papa è una persona integerrima e un uomo che matura le proprie decisioni pensando, scrivendo, ma soprattutto meditando e pregando

Il vescovo di Augusta, Walter Mixa, offre le sue dimissioni al Papa

Inutile strillare, il Papa non diventerà un poliziotto (Bruno Mastroianni). Da incorniciare

Le Costituzioni Quo Primum di san Pio V e Missale Romanum di Paolo VI. Rubrica di teologia liturgica a cura di don Mauro Gagliardi

Il Papa: a Malta con commozione ho condiviso la sofferenza delle vittime di abusi (Izzo)

Javier Echevarría: Grati a Benedetto, ci fa conoscere il «Dio vicino»

Attacchi al Papa, il «costoso» servizio alla verità di chi non cerca il consenso (Lodovici)

Mons. Gerhard Gruber (ex vicario di Monaco): non sono mie le affermazioni attribuitemi da Spiegel Magazine (Agi)

Lettera aperta di George Weigel a Hans Küng (da assaporare)

Il Papa benedice la statua della Vergine che a Nagasaki resistette alla bomba atomica (Izzo)

La congiura del silenzio: il commento di Filippo Di Giacomo

Il Papa ci insegna un nuovo modo di vedere: il commento di Robert P. Imbelli (Osservatore Romano)

Il Papa ricorda il suo incontro con le vittime di abusi a Malta: video Repubblica.it

Immigrati, il Papa: le nazioni cristiane hanno il dovere di accoglienza. Il no ad aborto e divorzio è per Malta una scelta coraggiosa (Izzo)

Abusi, il Papa: a Malta ho condiviso con le vittime la sofferenza. E sull’immigrazione, “soluzioni da concertare a livello internazionale” (Velino)

In una lettera la gratitudine e l'affetto degli universitari di Roma a Benedetto XVI nel quinto anniversario dell'elezione (Radio Vaticana)

Il Papa: Ho condiviso la loro sofferenza e con commozione ho pregato con le vittime degli abusi commessi da sacerdoti

Il disegno d'amore di Dio è più grande di tempeste e naufragi: così il Papa all'udienza generale dedicata al viaggio a Malta. Appello sull'immigrazione

Il Papa ricorda l'incontro a Malta con le vittime di preti pedofili: servizio di Stefano Maria Paci

All'udienza 400 sacerdoti romani per testimoniare solidarietà al Papa accolto anche da mille ragazzi del Nazareth. La gratitudine di Benedetto XVI ai sacerdoti di tutto il mondo (Izzo)

Col Papa e le vittime degli abusi. Le diocesi in preghiera per il Pontefice e chi ha subito violenza (Liut)

Intanto Gruber smentisce la smentita: "nessuno mi ha mandato un fax e l'arcivescovo Ratzinger non si occupava dei trasferimenti"

Presentato presso la Lumsa il nuovo libro di Don Enrico dal Covolo (video)

Il Papa: "La gente maltese sa trovare nella visione cristiana della vita le risposte alle nuove sfide". "Ricercare soluzioni per l'immigrazione"

Il Papa: “Non avere paura delle tempeste della vita, e nemmeno dei naufragi" (Sir)

Il Papa: il disegno di Dio “è più grande dellle tempeste e anche dei naufragi” (AsiaNews)

Il Papa dopo incontro con le vittime: "Ho condiviso la loro sofferenza"

Il Papa: "Ho guardato ai giovani di Malta come a dei potenziali eredi dell’avventura spirituale di san Paolo, chiamati come lui a scoprire la bellezza dell’amore di Dio donatoci in Gesù Cristo; ad abbracciare il mistero della sua Croce; ad essere vincitori proprio nelle prove e nelle tribolazioni, a non avere paura delle “tempeste” della vita, e nemmeno dei naufragi, perché il disegno d’amore di Dio è più grande anche delle tempeste e dei naufragi" (Catechesi)

1200 universitari di Roma firmano una lettera di solidarietà al Papa (Izzo)

Il Papa è stato instancabile nella “analisi e correzione degli abusi”. Il Vescovo di Porto celebra il Te Deum nel 5° anniversario del pontificato

I consigli di Santa Caterina al Papa (Pigi Colognesi)

Le sfide di Ratzinger in 5 anni: Sacerdote in viaggio contro il nichilismo (Vecchi)

Inchiesta sui Legionari di Cristo. Si va verso il commissariamento. Dagli Usa accuse a Sodano e Dziwsz (Ansaldo)

Il segretario del Papa: uomini e donne di ogni tipo cercano il contatto con il Santo Padre (Izzo)

"Coprì alcuni preti" cacciato il vescovo di Miami. Linea dura di Papa Ratzinger, si "dimette" Favalora (Ansaldo)

Ecco i sette cardinali che remano contro la glasnost di Papa Ratzinger (Peloso)

L'esperto psichiatra statunitense Richard Fitzgibbons, specialista nel trattamento dei preti pedofili, ha difeso le affermazioni del card. Bertone (Tosatti)

Il primato di Dio nel realismo di Benedetto XVI. Il Card. Scola a cinque anni dall’elezione al Pontificato (Zenit)

Via il vescovo di Miami, severo con i Legionari ma coprì alcuni abusi (Izzo)

Benedetto XVI, contrariamente ai suoi predecessori, ha accettato di rompere il silenzio sui casi di pedofilia nella Chiesa (Le Monde)

Cinque anni da Papa: l'abbraccio corale dell'Italia (Cardinale)

Su segnalazione di Alessia leggiamo:

Enigma Benedetto

di Sandro Magister

È approdato a Malta con la barca della Chiesa in piena burrasca. E si è trovato salvato da un folla straripante e festante. L'enigma del pontificato di Benedetto XVI è anche qui.
I suoi 14 viaggi all'estero hanno sempre capovolto le fosche previsioni di ogni vigilia.
È avvenuto così anche nei luoghi più ostici. Negli Stati Uniti e in Francia nel 2008 come in Israele e Giordania l'anno dopo. A pranzo con i cardinali il 19 aprile, quinto anniversario della sua elezione a successore di Pietro, il papa ha citato sant'Agostino: "Mi sento pellegrino tra le persecuzioni del mondo e la consolazione di Dio".

L'enigma di papa Benedetto è che egli è attaccato proprio dove i fatti gli danno ragione. Negli anni in cui tutti, dentro e fuori la Chiesa, erano ciechi di fronte allo scandalo della pedofilia, Joseph Ratzinger fu l'unico dirigente di Chiesa di alto rango a vedere lontano, a intuire la gravità dello scandalo e a imporre contromisure efficaci.

E oggi che tanti gli tirano pietre, è di nuovo lui a predicare alla Chiesa che non basta rimettere tutto alla giustizia terrena, perché il proprio della Chiesa è l'ordine della grazia, che va al di là della legge, e significa "fare penitenza, riconoscere ciò che si è sbagliato, aprirsi al perdono, lasciarsi trasformare".
Non si ricorda nessun papa che nell'età moderna abbia messo un'intera Chiesa nazionale in stato di penitenza pubblica per i suoi peccati, come ha fatto Benedetto XVI con la Chiesa d'Irlanda.

Il mite papa Benedetto passerà alla storia per parole e atti di grande audacia. Con la lezione di Ratisbona svelò dove affonda la radice ultima della violenza religiosa, in un'idea di Dio mutilata dalla razionalità. Ed è grazie a quella lezione che oggi tra i musulmani sono più forti le voci che invocano una rivoluzione illuminista anche nell'Islam, la stessa che c'è già stata nel cattolicesimo degli ultimi secoli. Altro che papa oscurantista e retrogrado. Benedetto XVI è un grande 'illuminista' in un'epoca in cui la verità ha pochi estimatori e il dubbio la fa da padrone. All'uomo moderno egli chiede di aprire gli spazi della ragione, non di rinchiuderla nei soli dati misurati dalla scienza. È sua l'idea di aprire un "cortile dei Gentili", dove tutti possano incontrarsi sotto l'ombra di Dio, anche chi non lo conosce. È sua la proposta agli uomini del nostro tempo di "vivere come se Dio ci fosse", perché da questa scommessa, come disse Pascal, c'è solo tutto da guadagnare e niente da perdere.

Un mese fa, in una udienza del mercoledì ai pellegrini, Benedetto XVI paragonò l'ora presente della Chiesa a quella dopo san Francesco. Anche allora c'erano nella cristianità correnti che invocavano una "età dello Spirito", una nuova Chiesa senza più gerarchia né dogmi. Oggi qualcosa di simile avviene quando, sull'onda di accuse che pretendono di travolgere tutto, si invoca un Concilio Vaticano III che sia "nuovo inizio e rottura". Poi, stringi stringi, il programma dell'immaginario Concilio si riduce all'abolizione del celibato del clero, al sacerdozio per le donne, alla liberalizzazione della morale sessuale e a più democrazia nel governo della Chiesa. Le stesse cose che, attuate in alcune Chiese protestanti, non ne hanno prodotto rigenerazione alcuna. Anzi, come si vede nella Comunione anglicana, hanno piuttosto generato robuste correnti di migrazione verso la Chiesa di Roma, come al solo porto sicuro.

All'utopia spiritualista che si risolve in anarchia, papa Benedetto oppone un arte di governo della barca di Pietro che è "pensiero illuminato dalla preghiera". A un mondo di povera fede, parla di Dio e di Gesù. Perché nient'altro che questo disse di voler fare, quando fu eletto papa: "Far risplendere davanti agli uomini e alle donne di oggi la luce di Cristo: non la mia luce, ma quella di Cristo".

(22 aprile 2010)

http://espresso.repubblica.it/dettaglio//2125691/&print=true

3 commenti:

sonny ha detto...

Chiedo sommessamente al Dott. Magister: " Ma come caspita fa a lavorare ancora per il gruppo editoriale l'Espresso?"
Domanda legittima , anche alla luce dell'ennesima ciofeca in edicola da domani con la solita intervista al più grande teologo vivente, er Kung de noartri, Vito Mancuso.

Manuela ha detto...

me lo sono chiesto anch'io.... non lo so, ma so che Mancuso è davvero imbarazzante!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

laura ha detto...

In ogni caso, l'articolo è molto bello e ,forse, si tratta di un seme buono in un campo di zizzania. Potrebbe servire per aprire gli occhi di qualcuno o forse son troppo ingenua?