lunedì 29 novembre 2010

B COME BELLEZZA, il viaggio del papa in Spagna. Speciale Tg2-Rai Vaticano. Lunedì 29 novembre, ore 23,40, RaiDue (Comunicato)

Vedi anche:

Il Papa: fa bene la Chiesa filippine a dire no ad aborto e pena di morte (AsiaNews)

Il Papa: "Il compito di tutta la comunità cattolica consiste nel trasmettere una visione di fede e di virtù piena di speranza cosicché i filippini possano trovare incoraggiamento e guida lungo la via verso una vita piena in Cristo. Una voce unificata e positiva deve essere presentata al pubblico attraverso i media, sia vecchi sia nuovi, cosicché il messaggio evangelico possa avere un impatto ancor più forte sul popolo della nazione" (Discorso)

Il viaggio del Papa in Spagna stasera alle 23.40 su Raidue a cura del TG2-Rai Vaticano

Benedetto XVI ai vescovi filippini: bene il vostro impegno per la vita, la giustizia e contro la corruzione (Radio Vaticana)

Profondo rammarico del Papa per gli scontri nelle favelas di Rio de Janeiro (R.V.)

"Luce del mondo", il commento di Lucetta Scaraffia: "Primo, non tacere nulla"

Dio e la grandezza dell'uomo nelle parole di Benedetto XVI (Marco Doldi)

Una bruttissima notizia. Il diktat dell'Alta Corte: "Niente grazia per Asia Bibi"

Il Papa all'Angelus: l'uomo è vivo finché attende (Sir)

Il Papa: Ci sono tendenze culturali che cercano di anestetizzare le coscienze (Vecchi)

"Luce del mondo". Papa Ratzinger e la fede del Dio dal volto umano (Sergio Zavoli)

Il Papa: l'attesa e la speranza, misura dell'essere umano (Zenit)

Wikileaks e il conclave di Papa Ratzinger (Tornielli)

Il vescovo anglicano Andrew Burnham depone la mitria ed il pastorale ai piedi della Vergine per abbracciare la fede cattolica (Thompson)

Se gli Stati Uniti non hanno fonti in Vaticano (Rodari)

Il Papa, l'attesa e Cesare Pavese: il bellissimo servizio di Lucio Brunelli (TG2)

Il Papa, la Chiesa e i segni dei tempi. Riflessione di Mons. Bruno Forte su "Luce del mondo"

Il Papa, il condom, la morale e le nostre banalizzazioni (Benedetto Ippolito)

"Luce del mondo", Benedetto, il Papa che spiazza tutti (Cervo)

Thomas Wenski (arcivescovo di Miami): L'umiltà di Papa Ratzinger è evidente in tutto il libro intervista, come sono evidenti la sua mente acuta e l'intelletto formidabile (Miami Herald)

Il Papa: La vita è attesa. Le parole all'Angelus nella prima Domenica di Avvento (Sir)

"Madre Badessa": che tenerezza e che garbo quel necrologio del Papa per Manuela...

"Luce del mondo". Col suo nuovo libro Benedetto XVI ci parla da Papa, da teologo e da uomo (Fontana)

Segnalazione "Camera con vista". Il blog di Gaetano Vallini

Il Papa: preghiamo per la vita nascente ed i genitori in attesa (Izzo)

Il Papa: la nostra statura morale e spirituale si può misurare da ciò che attendiamo, da ciò in cui speriamo (Apcom)

Ai Vespri di ieri, l'appello del Papa per una cultura sempre rispettosa della vita

Nella prima Domenica di Avvento il Papa parla dell’attesa, tempo di viva speranza, e del valore della vita nascente (R.V.)

Card. Ratzinger: "Retrospettivamente appare assai significativo che Paolo VI abbia pubblicato proprio nell’anno fatale del 1968 due grandi documenti, che sono una testimonianza della sua capacità di comprensione e della fermezza della sua azione a partire dalla fede. Vi è innanzitutto la Professione di fede...vi è poi l'enciclica Humanae vitae" (1995)

Il Papa sarà ad Ancona l'11 settembre 2011 (Izzo)

Il Papa concluderà il 25° Congresso Eucaristico che si svolgerà a settembre 2011 ad Ancona (Radio Vaticana)

Il Papa: Avvento, tempo di attesa, come tutta l’esistenza umana (AsiaNews)

Il Papa: L'uomo e' vivo finchè attende, finchè nel suo cuore è viva la speranza (Izzo)

Il Papa: "Si potrebbe dire che l’uomo è vivo finché attende, finché nel suo cuore è viva la speranza. E dalle sue attese l’uomo si riconosce: la nostra "statura" morale e spirituale si può misurare da ciò che attendiamo, da ciò in cui speriamo" (Angelus)

Benedetto XVI inizia l’Avvento pregando per la vita nascente (Tornielli)

Erano Tettamanzi, Danneels e Castrillon Hoyos i candidati che Washington considerava «migliori» per diventare Papa (Molinari)

"Eletto Ratzinger, gli americani sono sotto choc". Rivelazione dal rapporto Wikileaks (Molinari)

La Spagna e la nuova evangelizzazione. Conclusa l'assemblea plenaria dell'episcopato (O.R.)

Peter Seewald racconta come è nata l'idea di intervistare il Papa e le ore trascorse con lui (Die Presse)

Il Papa: Ci sono tendenze culturali che cercano di anestetizzare le coscienze con motivazioni pretestuose. Il progresso contribuisca al bene integrale della persona e nessuno patisca soppressione e ingiustizia (Izzo)

Il Papa: "Riguardo all’embrione nel grembo materno, la scienza stessa ne mette in evidenza l’autonomia capace d’interazione con la madre, il coordinamento dei processi biologici, la continuità dello sviluppo, la crescente complessità dell’organismo. Non si tratta di un cumulo di materiale biologico, ma di un nuovo essere vivente, dinamico e meravigliosamente ordinato, un nuovo individuo della specie umana. Così è stato Gesù nel grembo di Maria; così è stato per ognuno di noi, nel grembo della madre" (Omelia)

Il Papa prega davanti al feretro di Manuela Camagni (O.R.)

Le caricature mediatiche sul Papa e la necessità di superare i pregiudizi anche grazie a "Luce del mondo" (Gustavo Olmedo)

Nel libro intervista "Luce del mondo" il Papa si dimostra ancora una volta un gigante fra gli intellettuali europei (ABC)
_______________________________________________________________________

Riceviamo e con grande piacere e gratitudine pubblichiamo:

B COME BELLEZZA, il viaggio del papa in Spagna. Speciale Tg2-Rai Vaticano. Lunedì 29 novembre, ore 23,40, RaiDue.

B come bellezza (la bellezza stupefacente della Sagrada Familia), ma anche come Barcellona e come Benedetto XVI, che ha definito la bellezza la virtù rivelatrice di Dio. C’è tutto questo nello Speciale di Tg2 e Rai Vaticano sulla visita di Joseph Ratzinger in Spagna, trasmesso lunedì 29 novembre su RaiDue alle ore 23,40. Il programma, che per l’appunto ha per titolo “B come bellezza”, è firmato da Mario Marazziti ed Enzo Romeo e ripercorre il viaggio compiuto dal Papa il 6 e 7 novembre a Santiago de Compostela e Barcellona.
Un pellegrinaggio breve ma intenso, fra tradizione e modernità, iniziato con i riti antichi del Camino Compostelano e conclusosi con l’inedita cerimonia di consacrazione della Sagrada Familia, il tempio progettato da Antoni Gaudì e non ancora completato, che il Pontefice ha elevato a basilica.

E’ una collaborazione tra il gruppo di RAI Vaticano e il TG2 per un approfondimento oltre la cronaca tele giornalistica.

Si tratta di un format alla seconda prova e che ha già prodotto un primo film non comune di approfondimento in occasione del viaggio di benedetto XVI in Gran Bretagna. Londra come crocevia della modernità, capitale mondiale della multiculturalità, alle prese con crisi finanziaria, islam britannico e crescita del peso sociale del fattore religioso e del bisogno di uno spazio pubblcio nella terra della privacy.

La scelta di raccontare in profondità un altro dei cuori della modernità, la Barcellona di Picasso, Gaudì e delle avanguardie contemporanee fino a Ferran Adrià e alla nuova cucina destrutturata caratterizza anche B come Bellezza, offrendo una prospettiva e una visione che aiuta a capire meglio una delle terre più impregnate dal concilio vaticano II e dalla disaffezione religiosa.

Il racconto si snoda per oltre 50 minuti e comincia con l’Incontro interreligioso della Comunità di Sant’Egidio, svoltosi a Barcellona in ottobre. Vengono proposte le testimonianze del cardinale Luìs Martinez Sistach, arcivescovo della città catalana, e del metropolita Hilarion, esponente di spicco della Chiesa ortodossa russa. Da una metropoli posta nel cuore del Mediterraneo è venuto un invito a ritrovare un cammino di fiducia ed a lasciarsi alle spalle il cosiddetto scontro tra civiltà.

Lo Speciale offre uno spaccato originale di Barcellona, città tra le più dinamiche e complesse del Vecchio Continente, e svela i segreti della Sagrada Familia e del suo ideatore Antoni Gaudì, con le voci dello scrittore catalano Rafael Argullol e del biblista Armand Puig i Tàrrech. Tra gli altri interventi quello di Josep Maria Tarragona, uno dei principali promotori della causa di beatificazione di Gaudì, “l’architetto di Dio” che visse gli ultimi mesi della sua vita letteralmente dentro il cantiere della Sagrada Familia, dedicando totalmente il suo genio creativo alla realizzazione di un’opera che ha la maestosità di una cattedrale del Medioevo e uno stile ardito e visionario adeguato al terzo millennio.

E’ la prima volta che si vede e si comprende da vicino, in tutti i suoi significati artistici e simbolici la Sagrada Familia, l’ultima cattedrale dei tempi moderni.

Le immagini montate da Pierluigi Lodi mostrano i momenti più affascinanti del viaggio papale, dalla visita alla Cattedrale di Santiago, con l’antico rito del botafumeiro (il grande incensiere che viene fatto oscillare tra le navate), alla solenne celebrazione della Sagrada Familia, con le spettacolari inquadrature di questa “foresta di pietra” che cresce a Barcellona da 128 anni. Il Papa si è confrontato con una nazione in rapida trasformazione, dove la cattolicità ha ceduto il passo al liberismo, ma che adesso è messa alla prova da una profonda crisi socio-economica. Dalla Spagna, però, Benedetto XVI ha inteso parlare a tutta l’Europa, per spronarla a ritrovare le proprie radici spirituali e con esse la centralità nel mondo globalizzato, perché si contribuisca a costruire un futuro di dialogo e di pace.

5 commenti:

gemma ha detto...

lo avremmo visto volentieri ad un orario più accessibili, ma come sempre ci accontentiamo. Ormai siamo come canetti randagi cui si getta l'osso

Maria ha detto...

Concordo con Gemma...un cristiano che al mattino dopo vuole alzarsi per lavorare a mente fresca, come fa?
Mah....

Certo, in orari accessibili occorre speculare sulla politica, i delitti, le curve in mostra della soubrette/presentatrice di turno....

laura ha detto...

Mi racconterete tutto. A quell'ora non ce la faccio. Comunque, l'idea è buona e i nottambuli sono tanti. Se vedono "porta a Porta", forse , vedranno anche parte di questo reportage e chissà che qualcuno venga illuminato....

u..i. ha detto...

brutto documentario.
spaccato della società spagnola e insistenza sulle contestazioni al papa.
chi ha registrato scorra le immagini velocemente e vedrà che ciò che concerne il papa dura meno di 5 minuti.
ci risparmino queste elemosine.
dalla rai in fondo che ci si aspetta?

gemma ha detto...

già, rinuncio all'osso. E quando voglio sentire la filosofia dell'allenatore del Barcellona, lo guardo su sky. E per i buuu e fischi di pochi con enfatizzazione del sonoro, che per forza li fa diventare tanti e oscura gli altri, c'è già annozero in prima serata, non serve ci facciano aspettare la mezzanotte. Siamo ben consapevoli che ci sono spine e non solo rose ma che ci vuole a dire: "stasera andrà in onda un documentario sulla realtà attuale della società spagnola????". Lo sappiamo già da noi che le società occidentali sono ormai secolarizzate, ne vediamo fin troppa di secolarizzazione in tv a tutte le ore e non sono d'accordo su ciò che passa da questi documentari, un gran pessimismo su società ormai irrimediabilmente post cristiane in cui le visite del Papa rappresentano solo una formalità, quando non un megafono per eventuali contestatori