lunedì 6 settembre 2010

Gli attacchi dimostrano che questo Papato è esplosivo (Bruno Mastroianni)


Vedi anche:

Giovani e società, il lavoro e la vita nelle parole di Benedetto XVI (Andrea Casavecchia)

Da "Attacco a Ratzinger" di Tornielli e Rodari: ampi stralci del capitolo "Da Varsavia a Linz: due nomine pericolose" (Libero)

A Carpineto Romano in primo piano il lavoro (Ivan Quiselli)

"Attacco a Ratzinger": la recensione di Armin Schwibach

Il Papa a Carpineto Romano: ogni pastore trasmette "sapienza" (Sir)

Per non fare torto a nessuno il sito del Vaticano decide di pubblicare il testo dell'Angelus solo in italiano

Tettamanzi: "Subito la Messa tradizionale. Milano garantisca il diritto di culto" (Messainlatino)

Newman e l’ecumenismo: le riflessioni del prof. Milbank e mons. Langham (Radio Vaticana)

Il Card. O'Brien accusa la BBC di anticattolicesimo (Telegraph)

Chiude antico monastero dei Cappuccini a Ried (diocesi di Linz). Si offrono di sostituirli i tradizionalisti Francescani dell'Immacolata, ma viene preferita la chiusura

"Attacco a Ratzinger": la recensione di Francesco Colafemmina

Il Papa, il lavoro, i giovani: la Chiesa non esalta l'incertezza della vita (Vecchi)

Per affrontare «la questione sociale» servono «il dialogo e la mediazione», come aveva insegnato alla fine dell'Ottocento Papa Pecci (Tornielli)

Benedetto XVI e l'attualità dell'insegnamento di Leone XIII (Sir)

Il Papa bacchetta le riduzioni mediatiche del suo Messaggio per la GMG

Chesterton contro Gheddafi. Appunti inediti per spiegare che la religione d’Europa non può essere l’islam (Edoardo Rialti)

Una messa come non si era mai vista a Carpineto. Benedetto XVI: «Anche il Pontefice si deve misurare con la devozione profonda» (Gagliarducci)

Le confessioni del giovane Ratzinger (Magister)

Il Papa sul Messaggio per la GMG: oggi si esalta l’incertezza, la mobilità, la volubilità…

Tarquinio durissimo: Rispetto per i giovani. E per ciò che il Papa dice. Ai giornalisti: comprensione del testo, colleghi!

Caso Sakineh, Padre Federico Lombardi: la vicenda viene seguita con attenzione e partecipazione (Conte)

"Attacco a Ratzinger": la recensione di Giuseppe Reguzzoni

Il Papa: Cattolici fermi sui principi ma aperti al dialogo (Izzo)

VISITA DEL PAPA A CARPINETO ROMANO: VIDEO INTEGRALE DI BENEDICT XVI TV

Il Papa e l'orizzonte dei giovani. Una vita "grande": la meta da non svuotare (Corradi)

La visita del Papa a Carpineto Romano nei riassunti di Salvatore Izzo

Il Papa sulle orme di Leone XIII: il commento dell'Ansa che sceglie di non parlare dell'Angelus

Risposta orale del P. Federico Lombardi S.J. alle domande dei giornalisti sulla vicenda Sakineh

Fuori dal coro, come sempre Salvatore Izzo! Il Papa: altri e non la Chiesa esaltano la mobilità del lavoro

Il Papa spiega il Messaggio per la GMG di Madrid: "Il tema che ho scelto per questo Messaggio riprende un’espressione della Lettera ai Colossesi dell’apostolo Paolo: “Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede” (2,7). E’ decisamente una proposta contro-corrente! Chi, infatti, oggi propone ai giovani di essere “radicati” e “saldi”? Piuttosto si esalta l’incertezza, la mobilità, la volubilità… tutti aspetti che riflettono una cultura indecisa riguardo ai valori di fondo, ai principi in base ai quali orientare e regolare la propria vita" (Angelus)

Il Papa: anche il Pontefice deve essere uomo di preghiera. Essere Cristiani non può essere una scelta opportunistica (Izzo)

Il Papa e il posto fisso Tarquinio: "Colleghi, non sapete leggere". Grandioso intervento!

Due ali di folla festante accolgono il Papa a Carpineto Romano (Ansa)

Benedetto XVI: Leone XIII, un Papa molto anziano, ma saggio e lungimirante, poté così introdurre nel XX secolo una Chiesa ringiovanita, con l’atteggiamento giusto per affrontare le nuove sfide. Era un Papa ancora politicamente e fisicamente “prigioniero” in Vaticano, ma in realtà, con il suo Magistero, rappresentava una Chiesa capace di affrontare senza complessi le grandi questioni della contemporaneità" (Omelia)

Mons. Betori incontra le vittime di Cantini: "più vigilanza"

Summa Haeresium. Ma forse Verzè sta imitando Gaber e dobbiamo attenderci in futuro un “Io se fossi Dio” (Langone)

Meluzzi risponde a Verzè: meglio il Conclave di un Pontefice eletto su Facebook

Giovanni Miccoli tenta su Jesus di tracciare un bilancio del motu proprio Summorum Pontificum ma lo limita al recupero dei Lefebvriani

Hilary White: "In Italia la Chiesa e la liturgia sono congelati in un perpetuo inverno" (Messainlatino). Monumentale

VISITA PASTORALE DEL SANTO PADRE A CARPINETO ROMANO (5 SETTEMBRE 2010): LO SPECIALE DEL BLOG
______________________________________

Gli attacchi dimostrano che questo papato è esplosivo

di Bruno Mastroianni,

Tempi, 2.9.10

Finite le vacanze si torna alla solita routine: il Papa parla di una cosa grandiosa come la fraternità universale e i media la riducono a un “duro monito rivolto a Sarkozy”. Non c’è molto da stupirsi.
È successo anche all’intervista a Fox di Mons. Scicluna, Promotore di giustizia della Congragazione della Dottrina della Fede, sui casi di abuso sui minori e l’atteggiamento del Papa.

Qualcuno l’ha vista riportata in quegli spazi che solo qualche mese fa pullulavano di orchi col clergyman? Eppure in quelle dichiarazioni traspariva la visone lucida e dirompente di Ratzinger sulla questione degli abusi: «si tratta certamente di una crisi per la Chiesa», ha detto Scicluna, «ma è anche un’opportunità. È l’occasione per guardare in faccia il “peccato” e fare qualcosa al riguardo. È un’opportunità per la Chiesa di mostrarsi determinata nella lotta contro il peccato e contro la criminalità».

Sarà interessante allora leggere il libro di Andrea Tornielli e Paolo Rodari “Attacco a Ratzinger” (Piemme, 320 pagine, 18 euro) in cui i due vaticanisti si interrogano sulle cause e le ragioni che hanno portato al florilegio di incomprensioni e mistificazioni sul Papato che – come si legge nel testo - «di polemica in polemica, hanno avuto l’effetto di "anestetizzare" il messaggio di Benedetto XVI, schiacciandolo sul cliché del Papa retrogrado, depotenziandone la portata».
A noi intanto viene spontanea una considerazione: vuoi vedere che tutta questa corsa mediatica al disinnesco non è altro che la conferma di quanto Ratzinger sia una deflagrazione che sta lasciando tracce indelebili nella storia?

© Copyright Tempi, 2 settembre 2010 consultabile online anche qui, sul blog di Bruno Mastroianni.

1 commento:

Manuela ha detto...

ma è chiaro... solo che poi a Fatima c'era la folla oceanica :)
per fortuna c'è ancora chi ragiona con la propria testa