mercoledì 20 gennaio 2010

Quel legame del Papa con la Baviera. Quando Benedetto XVI parla a braccio, incanta (Cardinale)


Vedi anche:

Il Papa: "Conoscendo Cristo – questo è il punto essenziale - conosciamo il volto di Dio. Cristo è soprattutto la rivelazione di Dio. In tutti i tempi, gli uomini percepiscono l’esistenza di Dio, un Dio unico, ma che è lontano e non si mostra. In Cristo questo Dio si mostra, il Dio lontano diventa vicino" (Catechesi)

PEDOFILIA: PAPA CONVOCA VESCOVI IRLANDA, PRONTA LA LETTERA

Benedetto XVI: progressi reali nel 2009 lungo il cammino ecumenico, ma restano problemi. Gli Alpini dell'Aquila donano il loro cappello al Papa (Izzo)

Se anche Benedetto XVI e Pio XII diventano vittime del pregiudizio: monumentale commento di Bernard-Henri Levy

Giovedì 11 febbraio 2010, alle 10.30, il Santo Padre presiederà la Santa Messa per gli Ammalati nella Basilica Vaticana

Irlanda, riunione straordinaria dei vescovi per preparare la ricezione della lettera del Papa sullo scandalo degli abusi sui minori

Visita del Papa in sinagoga: il commento di Luigi Accattoli

Il Papa: "La divisione tra i discepoli di Gesù è di scandalo al mondo e danneggia la causa della predicazione del Vangelo ad ogni creatura"

Il Papa: “Solo Dio può dare alla Chiesa l’unità” (Sir)

Osservatore Romano: il Papa ha terminato la stesura del secondo volume su Gesù (Izzo)

Medio Oriente, documento preliminare del Sinodo dei vescovi: «Il conflitto israelo-palestinese causa di molte delle ostilità» (Bobbio)

Sfide e punti di forza della Chiesa in Oriente per il prossimo Sinodo (Carmen Elena Villa)

Il Papa: caduto Hitler, eravamo felici pur nella nostra povertà (Izzo)

Il Papa: in seminario capii che “Cristo era più forte della tirannia” (Zenit)

Lunedì scorso: lefebvriani e vescovi francesi, tutti in Vaticano (Messainlatino)

Colloqui dottrinali fra Santa Sede e Lefebvriani: la seconda riunione si è tenuta, nel massimo riserbo, lunedì 18 gennaio (I. Media)

Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente: abbattere i muri fra i popoli e fra le religioni (Izzo)

Il Papa conversa con il biblista e rabbino statunitense Jacob Neusner (Jesús Colina)

I vescovi francesi preoccupati per "l'intraprendenza" dei tradizionalisti

Un prete gli salvò la famiglia, ma lui ce l'ha con Pio XII. La lacerazione interna al mondo ebraico indebolisce i rapporti con i Cattolici (Laporta)

Il Papa: “Sapevamo che Cristo era più forte della tirannia, del potere dell'ideologia nazista e dei suoi meccanismi di oppressione” (Sir)

Il rabbino Neusner: Il Papa in sinagoga? Un evento grandioso. E Benedetto ha confidato all'amico ebreo di avere terminato il secondo volume su Gesù

Il Papa ricorda la sua giovinezza: "Nella biografia della mia vita - nella biografia del mio cuore, se così posso dire - la città di Frisinga ha un ruolo molto speciale. In essa ho ricevuto la formazione che da allora caratterizza la mia vita. Così, in qualche modo questa città è sempre presente in me e io in lei" (Commovente discorso in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria di Frisinga)

Chi è il nuovo Arcivescovo di Bruxelles (Messainlatino)

Shoah, Letta: in sinagoga gesto storico di elevatissimo significato morale e simbolico del Papa verso i superstiti

Il silenzio degli altri. Da Croce alla Resistenza, Pigi Battista smaschera tutte le bocche cucite sul destino degli ebrei (Crippa)

A Bruxelles arriva Mons. Léonard che difese il Papa dal Parlamento (Rodari)

La visita del Papa in sinagoga è stata un successo, altroché (Giorgio Israel)

Quel legame con la Baviera

Quando Benedetto XVI parla a braccio, incanta.
Una prova ulteriore, se ce ne fosse bisogno, è il testo che pubblichiamo in questa pagina.
Si tratta del discorso improvvisato dal Papa, in tedesco, nel corso dell’udienza concessa sabato mattina alla delegazione che gli ha conferito la cittadinanza onoraria della città di Frisinga.
Ieri pomeriggio l’Osservatore Romano l’ha pubblicata insieme alla traduzione italiana che riproduciamo.
Come si evince dalle parole, dal tono, e dalle immagini usate il Pontefice è molto legato alla cittadina bavarese. Nel seminario di Frisinga il giovane Ratzinger ha studiato per diventare prete. Nel duomo di Frisinga, insieme al fratello Georg, il 29 giugno 1951 ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale per le mani del cardinale Michael von Faulhaber, grande oppositore del nazismo. Nell’allora scuola superiore filosofico­teologica di Frisinga il professor Ratzinger ha mosso – non senza difficoltà – i suoi primi passi della carriera accademica, carriera che poi lo avrebbe portato poi alle cattedre di Bonn, Münster e Tubinga.
Alla cattedra non universitaria ma pastorale di Monaco e Frisinga infine Paolo VI il 25 marzo 1977 lo ha chiamato nominandolo arcivescovo. Tanti i ricordi biografici che legano quindi Papa Ratzinger all’antica cittadina sull’Isar.
Tanto che – e lo ha ricordato anche il sindaco Dieter Thalhammer – Benedetto XVI ha voluto includere nel suo stemma il moro e l’orso di Frisinga. (G.C.)

© Copyright Avvenire, 20 gennaio 2010

5 commenti:

Maria ha detto...

Possiamo riscrivere la prima riga?
"IL PAPA INCANTA" ;) (mica solo quando parla a braccio!)

Raffaella ha detto...

:))

euge ha detto...

Già care Maria e Raffaella
:-))))))

laura ha detto...

D'accordo con Maria! Per me, viene dal Cielo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Chiedo scusa ma avevo detto che il santo Padre è semplicemente meraviglioso qundo parla a braccio in tempi non sospetti forse tre anni fa.....qualcuno glielo dica di non aver paura di sbagliare perchè comunque parla l'italiano molto meglio di tanti italiani e a braccio arriva direttamente al cuore dei fedeli