venerdì 12 novembre 2010

Cinque vescovi anglicani si uniranno formalmente alla Chiesa Cattolica (Ansaldo)

Vedi anche:

"Morte alla blasfema": contadina cristiana condannata in Pakistan (Caprara)

Il Papa scuote i vescovi: "Imparate da san Francesco". Severo rimprovero alla gerarchia cattolica italiana. Dove continuano a prevalere, in campo liturgico, gli oppositori di Ratzinger (Magister)

Chiavi di lettura del nuovo documento "Verbum Domini" sulla Bibbia (Rome Reports)

La conferenza stampa di presentazione della Verbum Domini (R.V.)

Il colloquio tra il Papa e il suo confessore ex-comunista. Presto in libreria l'intervista di Peter Seeward, rinato cattolico, al Santo Padre (Affaticati). Da assaporare!

"Verbum Domini", il Papa: la coerente testimonianza di vita determina la credibilità dei Cattolici che hanno anche il dovere della denuncia non ambigua delle ingiustizie. Occorre ribadire l'unicità del matrimonio (Izzo)

Il Papa ed il "Botafumeiro" nella cattedrale di Santiago (Rome Reports)

Benedetto XVI: i Congressi eucaristici internazionali sostengano il lavoro della nuova evangelizzazione (Radio Vaticana)

La specificità cristiana. Giovanni Maria Vian commenta l'Esortazione Verbum Domini e la lettera del Papa in occasione della riapertura della Biblioteca Vaticana

L'intervista di Peter Seewald al Papa. Le anticipazioni di Panorama: nessuno ha letto le bozze del libro (in tedesco) tranne Joseph Ratzinger, Ingrid Stampa e probabilmente il card. Levada (Asca)

Passata la festa e fatto il conto della serva, sembra proprio che avere come ospite il Papa in casa propria sia convenuto anche ai mangiapreti spagnoli (Di Giacomo)

Nell'Esortazione Apostolica "Verbum Domini" il Papa si occupa anche degli abusi liturgici e dell'approssimazione di certe omelie

Sintesi dell’Esortazione apostolica postsinodale “Verbum Domini” (Zenit)

Il Papa: Il contributo del genio femminile alla conoscenza della Scrittura e all'intera vita della Chiesa è oggi più ampio che in passato e riguarda anche il campo degli stessi studi biblici (Izzo)

L'Esortazione Apostolica "Verbum Domini" ribadisce l'inscindibile legame tra Scrittura e Tradizione nella fede cattolica. Il Papa richiama a migliorare la qualità delle omelie. Il rapporto con islam ed ebraismo (Izzo)

Incontri con Cristina Siccardi. Mons. Manganini permettendo...(Messainlatino). Mons. Manganini è attualmente impegnato ad indignarsi contro il progetto di un negozio in Piazza Duomo

Esortazione apostolica postsinodale “Verbum Domini”: il commento del Sir

Il Papa al presidente iraniano Ahmadinejad: In alcuni Paesi del Medio Oriente le comunità cattoliche affrontano situazioni difficili, discriminazione e perfino violenza, e non hanno la libertà di vivere e professare pubblicamente la loro fede

Broadhurst: Penso che migliaia di anglicani laici inglesi e gallesi stiano convertendosi al cattolicesimo, oltre a molti sacerdoti, nonostante il rischio di perdere stipendio e immobili

Protect the Pope denuncia il fatto che molti vescovi inglesi siano ostili all'Ordinariato per gli Anglicani

Il Papa: alziamo la voce per chiedere agli Stati la libertà religiosa. A tutti la Chiesa si sente debitrice di annunciare la Parola che salva. In nessun modo essa puo' limitarsi ad una pastorale di 'mantenimento', per coloro che gia' conoscono il Vangelo (Izzo)

Esortazione "Verbum Domini", il Papa: Non si può usare la violenza in nome di Dio. Gli immigrati hanno diritto all'annuncio del Vangelo (Izzo)

ESORTAZIONE APOSTOLICA POSTSINODALE "VERBUM DOMINI" DI BENEDETTO XVI: LO SPECIALE DEL BLOG
___________________________________________________________

Un vescovo padre di 4 figli entra nella Chiesa cattolica

MARCO ANSALDO

CITTÀ DEL VATICANO

Presto ci sarà anche un vescovo sposato all'interno della Conferenza episcopale cattolica. Sposato e con quattro figli. Una novità assoluta per la Chiesa latina, e anche per quella d' Oriente sia di rito cattolico che ortodosso. Ma il prossimo arrivo di un numero imprecisato - e comunque consistente - di sacerdoti anglicani pronti a migrare verso il cattolicesimo, dopo le aperture fatte in proposito da Benedetto XVI, porterà con sé risvolti inediti e finora impensabili.
È di due giorni fa la notizia che cinque vescovi anglicani, tre in attività (John Broadhurst di Fulham, Andrew Burnham di Ebbsfleet, Keith Newton di Richborough) e due emeriti (Edwin Barnes e David Silk), si uniranno formalmente alla Chiesa cattolica. Un passo arrivato dopo la decisione rivoluzionaria di Joseph Ratzinger di aprire le porte ai prelati anglicani che desiderano di essere accolti, pur mantenendo la propria specificità confessionale, in seno alla Chiesa cattolica. Il provvedimento fu varato un anno fa, quando il Papa emise una Costituzione apostolica ad hoc, definita "Anglicanorum coetibus" (Gruppi di anglicani). I cinque vescovi transfughi sono tutti sposati, come ammettono le regole vigenti tra i ministri di culto anglicani. E saranno riordinati nella Chiesa cattolica come semplici sacerdoti. Ma uno di essi, secondo le norme previste dalla nuova Costituzione pontificia, potrà essere nominato ordinario all' interno di un Ordinariato personale per anglicani, giuridicamente assimilato a una diocesi. Una carica che, di fatto, lo porterà a far parte della Conferenza episcopale d' Inghilterra e Galles. Non avrà, formalmente, il titolo di vescovo, ma ne conserverà la potestas, dunque le funzioni, mantenendo anche le insegne episcopali. Dei cinque vescovi migranti il prescelto sarà probabilmente John Broadhurst, che ha 59 anni,è sposato con Judy edè padre di 4 figli adulti (Jane, Mark, Sarah e Benedict). «Mia moglie e tre dei miei figli - spiega oggi il vescovo di Fulham - sono pronti a convertirsi». E aggiunge: «Sospetto che saranno non centinaia, ma migliaia i preti che aderiranno all' offerta del Papa». A causare la fuoriuscita dei presuli è soprattutto l' ordinazione delle donne, un fenomeno ormai esteso nella Chiesa d' Inghilterra, e con il quale buona parte di loro sono in totale disaccordo. Nella sofferta, ma consapevole decisione di Broadhurst e dei suoi quattro colleghi non si può escludere il sapiente intervento dell' arcivescovo di Vienna, il cardinale Christoph Schoenborn.
Un anno fa, l'influente e fidato discepolo di Ratzinger fu mandato dal Papa a Fulham per discutere del caso con lo stesso Broadhurst. Che ora, pur trasmigrando nella Chiesa di Roma, il suo lavoro di vescovo continuerà a esercitarlo.

© Copyright Repubblica, 11 novembre 2010 consultabile online anche qui.

2 commenti:

fr. A.R. ha detto...

Altre BUFALE GROSSE COME CASE!
0) Non ci sarà nessun "vescovo sposato" in nessuna conferenza episcopale.
1) i "cinque vescovi" per la chiesa cattolica, non sono affatto vescovi.
2) I cinque vescovi non sono tutti nati anglicani, anzi fra loro c'è chi è battezzato cattolico e poi passato all'anglicanesimo
3) Non è detto che gli ex cattolici siano ammessi nell'ordinariato
4) E' certo che gli ex cattolici diventi ex anglicani e tornati cattolici, a meno di un particolare indulto papale - quanto mai improbabile - non saranno mai ordinati nemmeno preti, tanto meno se sposati.
5) Il "vescovo" Broadhurst è perfettamente consapevole di questa sua situazione, e infatti ha detto chiaramente che "spera" e ha sottolineato "spero" di essere ammesso nell'ordinariato.
APPELLO: Per favore, Raffaella, lascia stare questi articoli fuorvianti. La notizia la sappiamo, non inquiniamo per niente le acque con queste stupidaggini di Repubblica che ha scopiazzato Magister senza neanche capire di cosa parlava.

Raffaella ha detto...

Grazie, Fr. A.R. per queste ulteriori precisazioni.
Ho messo l'articolo in modo che venissero fuori tutte le eventuali contraddizioni ed inesattezze.
Solo cosi' possiamo fare chiarezza in una materia molto complessa che si presta a strumentalizzazioni e semplificazioni.
R.