sabato 19 dicembre 2009

Squillino le trombe, si apra il sipario, si dia inizio alle danze! Rabbino Rosen: su Pio XII decisione insensibile con ebrei (Apcom)


Vedi anche:

Saranno beati Giovanni Paolo II, Pio XII ed il sacedote polacco Popieluzsko. Grande coraggio di Benedetto XVI (Izzo)

Decreto sulle virtù eroiche di Giovanni Paolo II e Pio XII: il commento di Paolo Rodari

Decreto sulle virtù eroiche di Giovanni Paolo II e Pio XII: il commento di Andrea Tornielli

Il Papa ai ragazzi dell'Azione Cattolica: Gesù, vostro amico, anche se gli adulti non vi considerano (Radio Vaticana)

Tributo a Pio XII: raccolta di video

Benedetto XVI proclama le virtù eroiche di Giovanni Paolo II e Pio XII. Firmati i decreti per 5 nuovi Santi e 6 nuovi Beati (Radio Vaticana)

Il Papa ai ragazzi dell'Azione Cattolica: "Gesù vi vede e vi sente anche se siete piccoli, anche se a volte gli adulti non vi considerano come vorreste. Gesù non solo vi vede, ma si sintonizza sulla vostra onda, vuole fermarsi da voi, stare con voi, stabilire con ciascuno di voi una forte amicizia" (Discorso)

Tributo a Giovanni Paolo II: audio, video e foto (Corriere)

Benedetto XVI decreta le "virtù eroiche" di Wojtyla: un altro passo verso la beatificazione

Virtù eroiche di Pio XII, la decisione di Benedetto XVI dopo un anno di aspre polemiche (Apcom). E' la prova che è impossibile influenzare il Papa :-)

Il Papa firma i decreti che riconoscono le virtù eroiche di Eugenio Pacelli e Karol Wojtyla (Asca)

Al martiniano Danneels non piacciono gli ultimi due Papi (Magister)

Senza autorizzazione della Santa Sede è vietato attribuire la qualifica di "pontificia" a qualsiasi istituzione (Radio Vaticana)

GRANDIOSA DECISIONE DEL PAPA: SARANNO BEATI SIA GIOVANNI PAOLO II SIA PIO XII

Vaticano: serve autorizzazione per usare il nome e lo stemma del Papa

Il Papa: "I Santi, segno di quella radicale novità che il Figlio di Dio, con la sua incarnazione, morte e risurrezione, ha innestato nella natura umana e insigni testimoni della fede, non sono rappresentanti del passato, ma costituiscono il presente e il futuro della Chiesa e della società" (Discorso)

COMUNICAZIONE: CAMBIO TITOLO BLOG

COMUNICATO DELLA SALA STAMPA DELLA SANTA SEDE: DICHIARAZIONE PER LA TUTELA DELLA FIGURA DEL PAPA

Verso Natale, abbattendo i muri: editoriale di padre Lombardi (Radio Vaticana)

Il Papa: «L’albero di Natale testimonia la luce vera» (Mastrofini)

Sapienza e sapere secondo Papa Benedetto (Scelzo)

Coprì decine di preti pedofili, si dimette il vescovo irlandese (La Rocca)

"Caso Orlandi", la Santa Sede permette agli inquirenti di interrogare due prelati. E' una svolta (Ferranti)

Segnalazione nuovo libro

Milingo ridotto allo stato laicale: «Ha moltiplicato interventi pubblici in aperta ribellione alla Santa Sede» (Galeazzi)

Intervista a tutto campo al card. Danneels che, "forte" dei suoi "successi" pastorali in Belgio, si permette di criticare tutti, compresi i Papi

Continua l'operazione trasparenza: lo Ior aderisce all'antiriciclaggio (Vecchi)

La crisi mistica di Padre Riccardo Lombardi (Zizola)

La liturgia è innanzitutto fonte di vita per la Chiesa: Mons. Guido Marini commenta un libro di Mauro Gagliardi (Osservatore Romano)

Il Papa: la pace non è possibile senza la libertà religiosa (Izzo)

Le risposte del Papa alle critiche degli ecologisti sono già arrivate (Fontana)

Il Natale del Papa: pranzo direttamente dalla Germania: canederli e dolce bavarese. Tutto esaurito per la messa del 24. Auguri anche via mail

Terza predica d'Avvento di padre Cantalamessa: "Maria, Madre e modello del sacerdote". Testo integrale (Radio Vaticana)

Il Papa: "Il paradosso cristiano consiste proprio nell’identificazione della Sapienza divina, cioè il Logos eterno, con l’uomo Gesù di Nazaret e con la sua storia. Non c’è soluzione a questo paradosso se non nella parola "Amore", che in questo caso va scritta naturalmente con la "A" maiuscola, trattandosi di un Amore che supera infinitamente le dimensioni umane e storiche" (Vespri con universitari)

Un nuovo caso Linz nei Paesi Baschi? Un manipolo di preti si oppone al nuovo vescovo di San Sebastiàn: troppo conservatore...(Messainlatino)

Il Papa accetta le dimissioni del vescovo irlandese Murray (Bertini)

Il Papa ricorda la devozione mariana di Giovanni Paolo II. Sabato firma il decreto sull'eroicità delle virtù del suo predecessore (Izzo)

Il Papa accetta le dimissioni del vescovo irlandese che coprì alcuni preti pedofili (Izzo)

Discorso del Papa in Piazza di Spagna: Un antidoto al moralismo contemporaneo (Bruno Mastroianni)

Su segnalazione del nostro Francesco leggiamo:

Papa/ Rabbino Rosen: Su Pio XII decisione insensibile con ebrei

"Sorpreso che avvenga a 3 settimane da visita a sinagoga Roma"

La decisione del Papa di firmare il decreto delle 'eroiche virtù' di Pio XII "non mostra grande sensibilità nei confronti delle preoccupazioni della comunità ebraica", secondo il rabbino David Rosen, consulente per il dialogo interreligioso del Gran rabbinato di Israele, che aggiunge: "Sono sorpreso che una simile decisione sia stata presa a sole tre settimane dalla programmata visita del Papa alla sinagoga di Roma".
"Spero - afferma Rosen interpellato telefonicamente da 'Apcom' per un commento a conclusione dello 'shabat' - che la decisione odierna non significhi che in Vaticano è in corso un'accelerazione su Pio XII. Spero che la posizione di Benedetto XVI sia che egli non poteva astenersi dal confermare le virtù religiose di Pio XII, ma che non vengano compiuti altri passi sulla strada della beatificazione prima che sia possibile compiere un'analisi storica obiettiva di quel frangente storico. Il che significa anche rendere accessibili agli studiosi gli archivi segreti". Il rabbino Rosen, interlocutore del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso e direttore internazionale per gli affari interreligiosi dell'American Jewish Committee (Ajc), spiega che "i giudizi storici vanno formulati con umiltà. Quelli di Pio XII sono tempi storici nei quali nessuno era completamente santo, escluso chi morì martire per la giustizia. Dico solo - prosegue Rosen - che, a causa dell'enorme complessità delle emozioni e della memoria soggettiva, questa materia deve essere trattata con grandissima sensibilità e con un grado di distanza storica che richiede un lasso di tempo più lungo". "Certo - puntualizza il rabbino - la decisione di chi debba diventare santo o beato non è affare della comunità ebraica. Ma se la Chiesa cattolica dice, come dice, di voler avere rapporti rispettosi nei confronti del mondo ebraico, allora è opportuno che essa prenda in considerazione le nostre sensibilità prima di fare dei passi in questa materia".

© Copyright Apcom

Caspita! Noi cattolici siamo sorpresi che parole tanto inacettabili (e lesive della liberta' di determinare chi deve essere o non essere beatificato) arrivino a sei giorni dal Natale di Nostro Signore!
Non sarei sorpresa di un eventuale replica dei fatti di inizio 2009.
La beatificazione e la canonizzazione di un Papa, come di ogni altro battezzato, e' COMPETENZA ESCLUSIVA della Chiesa Cattolica. Ci si astenga dalle interferenze.
Aspettiamoci interviste a tutto spiano a partire da domani mattina
.
R.

10 commenti:

euge ha detto...

Cara Raffaella che cosa ci dovevamo aspettare? Di certo non applauso..... ma, Benedetto XVI è guidato dallo Spirito Santo quindi ha deciso la cosa più giusta.
Ricordo che la beatificazione è una questione interna alla chiesa; quindi smettiamola con le ingerenze.

Francesco ha detto...

Ora, il turno di Laras... ( http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/200912191831-pol-rom0089-papa_rabbino_laras_decreto_su_pio_xii_ci_addolora )

Manca Di Segni... e bingo!

Ma, ripeto:

Il Papa ha esprimito la sua opinione: "Roma locuta, causa finita". Preghiamo per il miracolo per la sua pronta beatificazione; le sue virtú eroiche giá sono fuori di discussione.

E ancora una volta: GRAZIE, PADRE SANTO!

euge ha detto...

Condivido Francesco.

Anonimo ha detto...

Il Rabbino Rosen !!!!!!!!!!!
Addirittura lui.
Sarà dura prendere sonno!

Maria ha detto...

Il rabbino si dice sorpreso, perchè il tutto avviene 3 settimane prima dell'incontro in Sinagoga.
Io penso che sia stata una grande squisitezza "diplomatica" del Papa, mettere -diciamo così- in chiaro le cose, prima dell'incontro.
Una decisione all'insegna della trasparenza e del coraggio (a secondo dei punti di vista da cui si guardi alla cosa).

Mi associo ad euge, il Papa è guidato dallo Spirito Santo. Per chi non ci crede, pazienza, speriamo che prima o poi arrivino a capirlo tutti!

euge ha detto...

Chi ha la coscienza a posto dorme tranquillo! Semmai, coloro che non prenderanno sonno, sono quelli che si ostinano a vedere in Pio XII un loro nemico...... cosa peraltro profondamente falsa.
E' chiaro che questa decisione peserà sulla visita alla sinagoga.... ma, tanto anche senza questa decisione, la visita sarebbe stata comunque al centro di polemiche quindi.......!

laura ha detto...

Mamma mia quanto sono polemici questi nostri fratelli ebrei!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

massimo ha detto...

mi unisco a Maria e Euge,il Papa si sta dimostrando un attento diplomatico.
sono contento sto leggendo un libro non sò se c'è in italiano,non credo,scritto da David Dalin rabbino ebreo professore di storia e scienze politiche a ave maria university negli stati uniti,scritto per confutare il libro "il papa di hitler"è un rigoroso saggio storico su Pio XII e le relazioni con la comunità ebraica mondiale.
la prefazione è di padre Pierre Blet s.j.
scrivo il titolo francese:
- " PIE XII ET LES JUIFS "
di DAVID DALIN
edizionefrancese:"TEMPORA,perignon 2007"

edizione americana:
" THE MYTH OF HITLER'S POPE HOW POPE PIE XIIRESCUED JEWS FROM THE NAZIS "
2005,regneryPublishing,inc.new york.
-
se a qualcuno interessa darò le coordiante per l'ordine sia americano che francese.
in ogni caso l'editore francese ha un sito : www.editionstempora.fr-
questo libro può essere ordinato nelle librerie dentro alla città del vaticano.in francia e in svizzera.
ciao massimo

Fabiola ha detto...

Che noia la "sensibilità". Non è mai questione di fatti e di verità: è l'assolutizzazione di ciò che si "sente". Così è se vi pare.
Ovviamente questo non vale per la sensibilità dei cattolici.
La santa audacia di Benedetto lo colloca, sempre di nuovo, tra i "cooperatores Veritatis".
Che "miracolo" il nostro Papa.

Anonimo ha detto...

Conosco personalmente il Rabbino Rosen e mi meraviglia questa sua intrasigenza...forse costretto dal ruolo che riveste in Israele.
So quanto il Gran Rabbinato di Gerusalemme osteggia la eventuale beatificazione di Pio XII e fará di tutto per screditare la Santa Sede a livello mondiale per questa scelta. Non dimentichiamo la estemporanea presa di posizione al Sinodo sulla Parola di Dio del Rabbino Cohen...
Comunque, mi piacerebbe ascoltare dalla bocca di Rosen e company anche commenti di condanna per ciô che sta avvenendo a Gerusalemme contro i cristiani ed i francescani che vivono sul Monte Sion.
Antonio