venerdì 16 aprile 2010

Lucetta Scaraffia: "La libertà del Papa" (Osservatore Romano). Monumentale


Vedi anche:

Fuori uno. Il Vaticano sconfessa il cardinale Castrillà³n Hoyos (Magister)

Il giornalista dello Spiegel Matussek ammette: Le accuse alla Chiesa cattolica sono a senso unico. Tra pedofilia e celibato non c'è alcuna connessione

Compleanno del Santo Padre: il telegramma del card. Bagnasco e di Mons. Crociata

Auguri da tutto il mondo per gli 83 anni del Papa (Radio Vaticana)

Benedetto XVI alla Papal Foundation: la Chiesa non smette di dare il suo messaggio di amore e speranza perché il male non avrà mai l'ultima parola

Benedetto XVI, il Papa teologo, compie cinque anni. Il video speciale di Rome Reports

Il rabbino Alon Goshen-Gottstein: dico grazie a Padre Cantalamessa. Rammarico per aver permesso ai media di creare una storia sbagliata (Jerusalem Post)

Goebbels e l’operazione preti pedofili (Massimo Introvigne). Impressionanti le analogie con l'attualità

Il regalo del Papa al mondo: lo speciale preparato dall'Opus Dei

La prima “legislatura” di Benedetto è da record (Bruno Mastroianni)

Il Papa compie 83 anni: la vita di Joseph Ratzinger (lo splendido video di Rome Reports)

Il compleanno di Papa Ratzinger, la misericordia di un padre (Santambrogio)

Gli auguri di Napolitano a Benedetto XVI: "Profonda considerazione per alto magistero" (Repubblica)

Il Papa compie 83 anni. Il sito di Repubblica gli dedica un video

José Manuel Vidal (che consigliava al Papa di offrirsi come capro espiatorio per i suoi predecessori) fa gli auguri commossi a Benedetto XVI

I cinque anni di Papa Benedetto, mite e deciso. Protagonista sul piano del pensiero e della coscienza (Elio Bromuri)

Gli attacchi del mondo anglosassone e anticlericale al Papa hanno qualcosa a che vedere con il riavvicinamento di Roma e Mosca? (Roland Hureau)

Pedofilia, Massimo Introvigne: "Hans Küng immorale e scismatico"

I primi cinque anni di Benedetto XVI: la scheda del Sir

Guido Guastalla (Consigliere Comunità ebraica Livorno) commenta l'omelia di Padre Cantalamessa

Abusi in Germania: incontro fra Chiesa Cattolica e minsitro della giustizia (Sir)

Il teologo Coda: "Kung ingiusto con Papa Ratzinger. Un nuovo Concilio è inutile" (La Rocca)

Domani il viaggio del Papa a Malta, breve ma molto intenso

Malta: al crocevia delle fedi e della confessioni cristiane (Zenit)

La vera radice degli ultimi attacchi a Benedetto XVI (Mario Mauro)

Benedetto XVI: è ora di fare penitenza (Fausto Gasparroni)

BUON COMPLEANNO, SANTO PADRE!

Celibato dei preti ed abusi sui minori: riflessioni di "Contribution à la défense de l'Eglise"

Mons. Zollitsch: Papa Benedetto ci dona un pontificato spirituale, improntato alla profondità teologica (Osservatore Romano)

Dal Papa poche parole, pronunciate a braccio, ma che arrivano come una boccata d’aria nel clima avvelenato di queste settimane (Tornielli)

Gli 83 anni di Papa Benedetto: mille volte grazie (Marina Corradi)

L'Arcivescovo di Westminster Nichols sta valutando se intraprendere un'azione legale contro il Time per diffamazione (Thompson). Bene!

Oggi il compleanno del Papa, lunedì 5 anni di pontificato

Card. Scherer: Lo spirito del mondo in qualche modo è penetrato nella Chiesa, mentre è la Chiesa che deve far penetrare nel mondo lo spirito del Vangelo

Andrea Tornielli parla a Liberal della realtà dei fatti dietro la campagna mediatica di questi giorni (Faccioli Pintozzi)

Il Papa sarebbe stufo dei vescovi italiani (Bincher)

Il pudore di Papa Ratzinger e quelle foto mai pubblicate: gli splendidi auguri di Salvatore Izzo al Santo Padre

Dichiarazione di Padre Lombardi a proposito di una lettera del Card. Dario Castrillon Hoyos, allora Prefetto della Congrgazione per il Clero

Padre Lombardi: la lettera di Hoyos non è la linea della Santa Sede anzi dimostra quanto fosse necessario assegnare la competenza alla CDF

Spunta una lettera di Castrillon Hoyos in cui questi si complimentava con un vescovo per non avere denunciato un pedofilo. Violate le norme del 2001

Quell’articolo dei Patti lateranensi che aiuterebbe a fare giustizia: un interessante commento di Francesco Margiotta Broglio (Corriere)

Il Papa: vediamo come sia necessario fare penitenza, riconoscere cioè ciò che è sbagliato nella nostra vita (Apcom)

Per Papa Benedetto tutto è grazia, anche l'aggressione contro la Chiesa (Magister)

Fonti vicine al Patriarcato di Mosca: attacco a Vaticano artificiale ed esasperato. La figura di Benedetto XVI riscuote consensi in Russia (Apcom)

Il Papa: ''Necessario fare penitenza'' (audio)

"Ma la stampa liberal difende Ratzinger": la riflessione di Paolo D'Andrea

Il Papa: L'obbedienza a Dio è la vera libertà. Lo hanno mostrato Socrate davanti al tribunale di Atene e Pietro davanti al Sinedrio (O.R.)

L'Osservatore Romano dona al Papa i fiori di Jan Brueghel il Vecchio

Catholic Culture ridicolizza l'ignoranza dell'AP

Anderson, il cacciatore di preti-pedofili (e di quattrini)

Pedofilia, il Vaticano chiarisce (Osvaldo Baldacci)

I Lefebvriani intimano al vescovo Williamson di non presentarsi al processo che inizia domani a Ratisbona (Agi). Grazie a Mons. Fellay :-)

Il Papa: la parola penitenza non ci appaia troppo dura. Nazismo e marxismo non accettarono il Primato di Dio (Izzo)

La grandezza di Papa Benedetto che, ancora una volta, si carica di ogni responsabilità. Mai un cedimento al vittimismo

Il Papa: "Sotto gli attacchi del mondo che ci parlano dei nostri peccati, vediamo che poter far penitenza è grazia" (Radio Vaticana)

Pedofilia, il Papa: «E' ora di fare penitenza»

Pedofilia, Mons. Crociata: "Anche se in Italia la legge non prevede la denuncia obbligatoria, i vescovi sono tenuti a collaborare". Riflessioni

Pedofilia: la Chiesa si mobilita a favore del Papa (senza fretta!). Servizio di Stefano Maria Paci

Il governo francese contro Bertone. Il commento di Giacomo Galeazzi

Il sacerdote nelle parole del Papa: fino alla trasparenza per lasciar vedere Cristo (Sequeri)

Lotta del Papa alla pedofilia, lodi lodi lodi a Skytg24 che ieri ha svolto il servizio pubblico che spetterebbe alla rai (e io pago...il canone!)

Politi sospeso fra la bacchettata sonorissima alla macchina curiale e l'elogio di Papa Benedetto (finalmente gli si riconosce "qualche" merito!)

Il Papa migliore: traduzione dell'editoriale di Ross Douthat per il New York Times

Il Papa reca sulle sue fragili spalle il peso dei peccati della Chiesa ed egli affronta questa prova terribile con coraggio e serenità (Zammit Tabona)

Il Papa: il sacerdote non annuncia se stesso ma Cristo (Zenit)

Joseph Ratzinger non è mai stato facilmente etichettabile: il commento di Ranier Fsadni (Times of Malta)

L'operazione trasparenza del Pontefice e i rapporti di potere nella Curia (Gagliarducci)

Bertone, l'antidiplomatico: la mancanza di strategia rischia di polverizzare l'azione incisiva, rivoluzionaria, che il Papa sta compiendo (Nuzzi)

La profezia di Joseph Ratzinger: riflessione di José Luis Restán

Tiepidezza e santità: riflessione di padre Scalase sulle analogie tra la situazione della Chiesa del Novecento e quella del Cinquecento

Le poco pie illusioni di chi pensava a un Papa messo all’angolo ieri si sono infrante sul colonnato del Bernini in piazza San Pietro (Sechi)

Ora il Papa ha l'opportunità di liberarsi della inutile e vecchia guardia vaticana (Thompson)

Card. Ruini: la lettera all'Irlanda è solo l'ultimo attestato dell'impegno e della fermezza del Papa contro la sporcizia nella Chiesa (La Rocca)

Nuove bordate di Kung contro il Papa (le solite!). Una domanda: perchè Kung evita sempre di parlare del caso Maciel?

Su strade diverse da quelle del mondo

La libertà del Papa

di Lucetta Scaraffia

A differenza di quanto si legge su molti giornali che, nell'imminenza del quinto anniversario di pontificato di Benedetto XVI, lo raffigurano come debole e attaccato da ogni parte, oppure come un anziano teologo che non sa comprendere il mondo di oggi, a differenza di chi ne chiede, con scritte sui muri o sui manifesti, delle impensabili dimissioni, sono convinta che per Papa Ratzinger questa ricorrenza coincida con un momento di forza.

Perché le denunce e le polemiche danno ragione alla severità da lui sempre manifestata nei confronti dei preti colpevoli di abusi sessuali su minori, al suo atteggiamento intransigente nei confronti dei mali che affliggono la Chiesa e che egli stesso ha denunciato, prima di diventare successore di Pietro, con chiare e pubbliche parole.

Questo momento di crisi, infatti, segna l'indubbia sconfitta di chi ha sempre sostenuto che il silenzio serviva a proteggere l'istituzione, di chi pensava che accettare il male fosse inevitabile in una realtà di deboli esseri umani, di chi ha preferito far finta di non vedere e non sapere.

La tempesta farà pulizia nei ranghi della Chiesa, spezzerà connivenze e aiuterà il Papa a costruire quella comunità di "angeli" che si augurava qualche giorno fa, sapendo certo che si tratta di una speranza umanamente impossibile da realizzare, ma ben consapevole che bisogna proporsi un modello alto a cui aspirare per potere andare avanti e migliorare.
La bufera permetterà soprattutto a Benedetto XVI di proseguire libero da un pesante fardello di colpe e silenzi per quella strada che ha indicato fin dal primo giorno del suo pontificato: una strada difficile e in salita verso un miglioramento continuo, del clero e dei fedeli.
Nel suo apostolato il Papa chiede sempre di più e sembra spostare sempre più in alto l'asticella, senza accontentarsi di contare la folla dei fedeli che lo applaudono in piazza San Pietro o di constatare la ripresa delle sue parole da parte degli organi di informazione.

Anzi, sembra che di ciò non si curi - e forse è anche per questo che i media si irritano - mentre è chiaro che gli importa soprattutto di guidare la Chiesa in avanti, verso una purificazione spirituale continua. È esclusivamente su tale piano che si muovono le sue parole e le sue spiegazioni dei testi sacri, è solo a questo livello che diventa eloquente il suo sguardo dolce, profondo e sempre attento.

In sostanza, a Benedetto XVI interessa solo fare bene il Papa, cioè la guida spirituale dei cattolici. Ed è questo che disturba tanto il mondo e i potenti padroni dell'informazione e della politica: il fatto che così evidentemente li consideri irrilevanti davanti all'esigenza di meditare e spiegare le parole di Gesù.

"Non ci risponde, non parla di noi" continuano a protestare, e intanto non sanno ascoltare quello che dice, non sanno capire che nelle sue parole c'è sempre una risposta a quello che accade, ma spostata su un piano più alto. In una società dove vince sempre la volgarizzazione, la spiegazione più facile e quindi anche più grossolana, il Papa si propone come una frattura, una diversità per molti insostenibile.
La sua forza si rivela in questa capacità di seguire altri tempi, di muoversi su strade diverse da quelle del mondo.
Per farlo bisogna essere veramente forti, bisogna saper vedere con molta chiarezza quello che accade, bisogna soprattutto saper reggere la solitudine.
Benedetto XVI ne ha la capacità intellettuale e la forza spirituale e psicologica. Solo così può farci luce, può tracciare il cammino a una Chiesa purificata e libera, come sta facendo e farà. Si legge che oggi ci sono fedeli i quali, delusi dopo gli scandali degli abusi sessuali, lasciano la Chiesa.
Questo, al contrario, è proprio il momento di entrare, di scommettere sul fatto evidente che Gesù non abbandona la sua sposa e che i mali non prevarranno. Grazie anche al nostro Papa Benedetto.

(©L'Osservatore Romano - 17 aprile 2010)

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Raffa, su settimo cielo:
Fuori uno. Il Vaticano sconfessa il card. Castrillon Hoyos
Alessia

mariateresa ha detto...

mi ha commosso letteralmente.

Vatykanista ha detto...

Dallo splendido Don Z., per farvi sperare ancor di più dopo aver letto la commovente Lucetta:


"I think lefties and liberal Catholics are going to be dreadfully disappointed when Pope Benedict goes to England.



He is not going to fit the image promoted by the MSM and their twisted expectations.
They will see a man who is joyful and serene.
He will not be depressed or morose or crushed or over-burdened.
He will not soften his message to the English people about the need for God in their lives.
He will not dodge hard issues, such as the clerical abuse controversy, but will confront them head on.

People will flock to see him and listen to what he has to say and his message will make more sense than what they get from the MSM.
Vocations to the priesthood and religious will rise after his visit.

Some people are suggesting that perhaps Pope Benedict should cancel his trip to the UK because of what is going on.

I don’t think that is going to happen. I think he will go, especially because of the importance of Ven. John Henry Newman’s beatification."


http://wdtprs.com/blog/2010/04/a-few-observations/

gemma ha detto...

bella riflessione, mi piace :)

Anonimo ha detto...

Dopo aver letto questo bellissimo articolo, si rafforza la mia impressione, controcorrente e contro asseriti sondaggi: la Chiesa si libra sempre più in alto, mentre questo mondo occidentale corrotto e infame sprofonda sempre più in basso.
Leggendo l'intervento di Vatykanista, per converso, aumentano i miei timori (già espressi in passato) relativi al viaggio in Inghilterra. Proprio per il successo che esso è destinato ad avere, e per le fondamentali conseguenze sugli equilibri internazionali, non oso immaginare che cosa questo diabolico mondo occidentale vorrà escogitare.
Alberto

gemma ha detto...

intanto si fanno forti coi soliti sondaggi.....finendo col cadere pure in contraddizione: i sondaggi sono significativi e degni di riflessione seria quando riguardano il Papa, frutto della propaganda mediatica sul popolo bue quando riguardano la poplarità di Berlusconi
buffo buffoni!

Vatykanista ha detto...

"Proprio per il successo che esso è destinato ad avere, e per le fondamentali conseguenze sugli equilibri internazionali, non oso immaginare che cosa questo diabolico mondo occidentale vorrà escogitare."

Ti capisco benissimo, caro Alberto, però, vedi...Ti ricordi solo un anno fa quanti timori (anche su questo blog) per il viaggio in Terra Santa. E allora la miscela era esplosiva, in quel 2009, sul fronte ebraico...

(Anche se in effetti, qui ci sarà di mezzo l'ex impero britannico...)

Maria ha detto...

Bello veramente! Chi non sa ascoltare, si irriterà ancora di piu':)

Anonimo ha detto...

Sarà paradossale ma sono convinto che la Chiesa sia molto più forte oggi che non prima dello scandalo. E questo, grazie a Papa Benedetto che con il suo esempio e la sua serenità ha evidenziato un carisma che dopo GPII era difficile preventivare. Ma è anche certo che gli attacchi non cesseranno per questo. Anzi!
Ma il Comandante è tosto!
Marco