giovedì 4 marzo 2010

Tutti a sbirciare il retrobottega mentre il Papa rifà la vetrina: il passo diverso di Benedetto (Bruno Mastroianni)


Vedi anche:

Il testo di Don Enrico Finotti: "La centralità della Liturgia nella storia della salvezza...": la recensione del prof. Alessandro Cesareo

Il corista dei festini gay e il «gentiluomo» Balducci cacciati dal Vaticano (Stefano Zurlo)

La grande fuga dei Cristiani dal Medio Oriente (Candito)

E' stato immediatamente dimesso dal coro della Cappella Giulia, il corista nigeriano coinvolto nell'inchiesta sugli appalti (Izzo)

Il Papa ha deciso un viaggio lampo di due giorni in Spagna, a Santiago di Compostela e a Barcellona, il prossimo 6 e 7 novembre (Tornielli)

Secondo viaggio in Spagna per il Papa: prima tappa a Santiago de Compostela, poi a Barcellona, per consacrare la Sagrada Familia (Mandelli)

Rettifica: il vescovo che ha chiesto soldi alla sua diocesi non è Martin Drennan ma Dennis Brennan

Padre Lombardi: la visita del Papa a Barcellona testimonia il valore di Gaudì (Izzo)

Dal Vaticano nessun sostegno ufficiale alla "patata transgenica". Lo precisa l'Osservatore Romano (Zenit)

Se il clubbino mette le mani nella Chiesa (Filippo Di Giacomo)

Card. Vallini: Serve una Chiesa più coraggiosa e testimoniante (Marco Bellizi)

Il Papa: serve più impegno a favore degli zingari. Poi l'omaggio al musicista Fryderyk Chopin e l'incontro con Eugenio Vagni (Izzo)

Eugenio Vagni si sentì chiedere dai suoi rapitori: "Ma tu sei amico del Papa? Ti vuole bene e continua a chiedere la tua liberazione" (O.R.)

Il Papa: invidia e gelosia albergano anche nella Chiesa (Izzo)

Accordo tra Centro Televisivo Vaticano e Sony per una regia mobile in Alta Definizione (Radio Vaticana)

Pulizia, trasparenza, coerenza: Balducci, festini e prostituzione maschile, il Vaticano caccia il corista nigeriano

Benedetto XVI in novembre a Santiago de Compostela e Barcellona: la gioia dei due arcivescovi (Radio Vaticana)

Il Papa: la Chiesa ha bisogno di chi fa vita povera, casta ed obbediente (Asca)

Il Papa: ho nostalgia dei miei studi teologici (Izzo)

Viaggio del Santo Padre a Santiago e Barcellona: comunicato ufficiale dell'Arcivescovo di Barcellona, Mons. Lluís Martínez Sistach

Il Papa in visita a Barcellona e Santiago: servizio di ROME REPORTS

Accordo fra il Centro Televisivo Vaticano e la Sony: da ottobre il Papa "in alta definizione" (Sir)

Benedetto XVI si recherà in visita il 6 novembre a Santiago de Compostela e il 7 novembre a Barcellona (Sir)

Il Papa: "Al di là di queste circostanze storiche, l’insegnamento fornito da Bonaventura in questa sua opera e nella sua vita rimane sempre attuale: la Chiesa è resa più luminosa e bella dalla fedeltà alla vocazione di quei suoi figli e di quelle sue figlie che non solo mettono in pratica i precetti evangelici ma, per la grazia di Dio, sono chiamati ad osservarne i consigli e testimoniano così, con il loro stile di vita povero, casto e obbediente, che il Vangelo è sorgente di gioia e di perfezione" (Catechesi)

Il direttore del Tg1 intercettato: «Balducci? Era una mia fonte in Vaticano. Mi dette quindici giorni prima la notizia della nomina di Bagnasco»

I.Media: cambia il "rappresentante ufficioso" della Santa Sede presso la Cina (Asca)

Per farci quattro sonore risate: un elenco di annunci parrocchiali esilaranti :-)

Ex nunzio tedesco vuota il sacco contro il Papa in una intervista al Regno facendo in realtà risplendere ancora di più la luce di Benedetto

Su segnalazione di Alessia leggiamo:

Tutti a sbirciare il retrobottega mentre il Papa rifà la vetrina

Il passo diverso di Benedetto

di Bruno Mastroianni

Più si parla di retroscena e più Benedetto XVI parla di Dio.
Più ci si preoccupa degli equilibri di potere e delle frizioni e più il Papa propone lezioni dottrinali mirabili sul compito della Chiesa – come ha fatto qualche settimana fa nell’incontro con il clero romano spiegando che «vivere secondo la volontà del Creatore» vuol dire essere «realmente uomini».
È lo stile Ratzinger: occuparsi delle questioni di fondo sapendo che il resto verrà di conseguenza.
Di fronte alla Chiesa ci si può fermare alla facciata, alla valutazione degli elementi strutturali, agli aspetti storico-sociologici; si può anche passare dal retro, alla ricerca di indiscrezioni e voci nella penombra. Ma è solo entrando dalla porta di ingresso che si può vedere cosa c’è realmente: un’istituzione votata al compito di portare Dio nel mondo.
A metà del mese scorso, durante la lezione al Seminario Romano Maggiore, il Papa ha spiegato che la storia della salvezza è la storia di Dio che cerca l’uomo e non si arrende di fronte alle sue ribellioni: offre costantemente alla sua creatura una via di ritorno all’amore. È quello a cui si sta dedicando il Pontefice.
Con buona pace delle voci, degli scenari cupi e di tutte le altre valutazioni da “retro-fissazione”, sotto la guida di Benedetto la Chiesa sta svolgendo con determinazione il suo compito: tenere aperta, per qualunque uomo, la porta sulla via del ritorno a Dio. Ecco la storia veramente interessante di cui vorremmo sentir parlare invece di perdere tempo con i rimasugli del retrobottega.

© Copyright Tempi, 3 marzo 2010 consultabile online anche qui.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Articolo tanto breve quanto esaustivo. Poche parole per descrivere l'immenso valore dell'opera che sta compiendo il Santo Padre. Non si curano solo gli effetti (su cui ingrassano i mezzi di comunicazione, la speculazione politica e giudiziaria); bisogna eliminare la causa, che è dentro il cuore e la mente dell'uomo. dentro il relativismo morale e dottrinale. Preghiamo perché non sia solo Benedetto XVI ad averlo capito e ad agire di conseguenza.
Alberto

Anonimo ha detto...

OT
I Vescovi della Chiesa Anglicana d'America, membri della TAC, hanno formalmente richiesto l'applicazione della Anglicanorum Coetibus.
Grazie Papa Benedetto XVI!
http://www.theanglocatholic.com/2010/03/tac-formally-requests-personal-ordinariate-for-usa/
Alberto

Maria ha detto...

D'accordo su tutto. Peccato che i primi a non capire che dall'essenziale si arrivi anche al resto, sono, a volte, proprio gli stessi cristiani!