venerdì 11 giugno 2010

Preti pedofili, dal Papa "mea culpa" della Chiesa: "Non accadrà mai più"


Vedi anche:

Il Papa: come il pastore anche la Chiesa deve usare il bastone del pastore, il bastone col quale protegge la fede

Pedofilia: Papa chiede perdono a nome della Chiesa: "Mai piu' abusi" (Ansa)

Il Papa chiude l'Anno Sacerdotale: "Era da aspettarsi che al «nemico» questo nuovo brillare del sacerdozio non sarebbe piaciuto; egli avrebbe preferito vederlo scomparire, perché in fin dei conti Dio fosse spinto fuori dal mondo. E così è successo che, proprio in questo anno di gioia per il sacramento del sacerdozio, siano venuti alla luce i peccati di sacerdoti – soprattutto l’abuso nei confronti dei piccoli, nel quale il sacerdozio come compito della premura di Dio a vantaggio dell’uomo viene volto nel suo contrario. Anche noi chiediamo insistentemente perdono a Dio ed alle persone coinvolte, mentre intendiamo promettere di voler fare tutto il possibile affinché un tale abuso non possa succedere mai più" (Omelia)

Il Papa: È bello e consolante sapere che c’è una persona che mi vuol bene e si prende cura di me

Abusi del clero, il Papa: chiediamo insistentemente perdono a Dio ed alle persone coinvolte

Anno Sacerdotale, la duplice fedeltà. Il tema dell'incontro conclusivo con Benedetto XVI (Sir)

«La gioia di essere preti». A Roma da tutto il mondo (Stefania Careddu)

L'abbraccio del Papa ai sacerdoti di tutto i mondo (Sir)

Il giallo del patrono cancellato: il curato d’Ars (Tornielli)

Il Papa: Dio ci liberi dagli scandali che oscurano la testimonianza. L'arroganza della ragione oscura la presenza di Dio (Izzo)

SANTA MESSA DI CHIUSURA DELL'ANNO SACERDOTALE: DIRETTA IN CORSO

Il Papa: «Sacerdoti, siate sempre appassionati di Cristo» (Muolo)

Benedetto XVI risponde alle domande di cinque sacerdoti da cinque continenti (AsiaNews)

E col Papa il premier spagnolo parla del crocifisso (Tornielli)

Quel narcisismo clericale. Benedetto XVI si è dimostrato molto più aperto, coraggioso e lungimirante di numerosi suoi vescovi (Valli)

Il Papa: i sacerdoti non trascurino la propria anima e sappiano fermarsi (Izzo)

Questo venerdì, la concelebrazione più numerosa della storia di Roma. Per la chiusura dell'Anno Sacerdotale (Zenit)

Il Papa alla Veglia in Piazza San Pietro: il sacerdozio non è una professione, ma una testimonianza d’amore (Gisotti)

Anno sacerdotale: piccola delegazione cinese in S. Pietro per l’unità della Chiesa (AsiaNews)

Per seppellire il clericalismo. Effetti dello scandalo pedofilia a lungo termine (Carlo Silini)

Il Papa: il celibato è il contrario del "non sposarsi" di moda oggi. Se scompare il matrimonio scompare la radice della nostra cultura (Izzo)

Sacerdoti oggi: incontro moltitudinario e testimonianze toccanti. Nell'Aula Paolo VI per la chiusura dell'Anno Sacerdotale (Zenit)

Il Papa: Il sacerdozio non è una professione come le altre, ma la disponibilità di servire con tutte le proprie forze il Signore

In Piazza San Pietro il più grande raduno di sacerdoti. Il Papa in jeep fra i settori gremiti. Al termine guida l'Adorazione in ginocchio (Izzo)

Un grazie speciale a Don Francesco per la cronaca in diretta di una serata straordinaria

Il Papa: C'è una teologia che vuole essere accademica e scientifica e dimentica la realtà vitale, la presenza di Dio

IN DIRETTA DA PIAZZA SAN PIETRO MINUTO PER MINUTO: CLICCA QUI

Il Papa: Un grande problema del mondo di oggi è che non si pensa più al futuro di Dio, sembra sufficiente solo il presente

Il Card. Hummes al Papa: Grazie di cuore Santità, per tutto quanto ha fatto, sta facendo e farà per tutti i sacerdoti, anche per quelli smarriti

Elogio del prete «feriale» (Andrea Tornielli)

Benedetto XVI chiude in Vaticano l'anno (di calvario) dedicato ai sacerdoti. Il commento di Massimo Donaddio

America Latina: le iniziative della Chiesa per la chiusura dell'Anno Sacerdotale (Radio Vaticana)

La Mailing List Histria: un bellissimo gruppo da conosce ed ammirare!

La partita turca non si vince con le crociate (Paolo D'Andrea)

Il decano dei vaticanisti Paglialunga si racconta alla vigilia dei suoi novant'anni: Un Arcangelo per sei Papi (Osservatore Romano)

Card. Bertone: La preghiera è l'anima del sacerdozio (Osservatore Romano)

Carlo Di Cicco: Il futuro della Chiesa è già oggi, seminato con l'anno sacerdotale che volge al termine (Osservatore Romano)

Udienza del Papa a Zapatero. In Vaticano vige ancora la buona educazione (Izzo)

Cipro: per mons. Soueif la visita del Papa è riuscita sia a livello ecumenico che apostolico (Radio Vaticana)

Prima di tutto autenticamente uomini: riflessione di Julián Carrón per l'Anno Sacerdotale (Osservatore Romano)

Verso la conclusione dell'Anno sacerdotale: Il prete e le sfide pastorali. Il commento di Mons. Rino Fisichella (Osservatore Romano)

La meditazione del cardinale arcivescovo di Colonia per la chiusura dell'Anno sacerdotale: Penitenza e missione nella Chiesa (Osservatore Romano)

Nel sacerdozio non c'è posto per una vita mediocre: riflesssione del cardinale Antonio Cañizares Llovera (Osservatore Romano)

Una riflessione del cardinale Vanhoye sul sacerdozio: Docilità a Dio e misericordia verso gli uomini (Osservatore Romano)

I.Media: il Papa ha deciso di non proclamare San Giovanni Maria Vianney patrono di tutti i preti del mondo (Asca)

Le riflessioni dei cardinali Ouellet e Bertone nella seconda giornata delle celebrazioni a conclusione dell'Anno Sacerdotale

Udienza del Papa a Zapatero: video di Rome Reports

Preti pedofili, dal Papa mea culpa della Chiesa: "Non accadrà mai più"

di Redazione

Celebrando la messa di conclusione dell’Anno sacerdotale a piazza San Pietro, papa Benedetto XVI è tornato a chiedere scusa per i casi di violenza sessuale sui minori: "Non succederà mai più"

Roma - "Chiediamo insistentemente perdono a Dio e alle persone coinvolte", per gli abusi nei confronti dei minori commessi da religiosi. Celebrando la messa di conclusione dell’Anno sacerdotale a piazza San Pietro, papa Benedetto XVI è tornato a chiedere scusa per i casi di violenza sessuale sui minori: "Intendiamo promettere di voler fare tutto il possibile affinché un tale abuso non possa succedere mai più".

Le scuse del Pontefice

Il Papa ha aperto la sua omelia parlando del sacerdozio, definendo l’anno sacerdotale un "anno di gioia per il sacramento", nel corso del quale sono "venuti alla luce i peccati di sacerdoti, soprattutto l’abuso nei confronti dei piccoli, nel quale il sacerdozio come compito della premura di Dio a vantaggio dell’uomo viene volto nel suo contrario". E, dopo aver chiesto perdono a "Dio ed alle persone coinvolte", ha promesso di "voler fare tutto il possibile tutto il possibile affinchè un tale abuso non possa succedere mai più" e che "nell’ammissione al ministero sacerdotale e nella formazione durante il cammino di preparazione ad esso faremo tutto ciò che possiamo per vagliare l’autenticità della vocazione". "Vogliamo ancora di più accompagnare i sacerdoti nel loro cammino - ha proseguito - affinchè il Signore li protegga e li custodisca in situazioni penose e nei pericoli della vita".

La chiamata ai giovani

La Chiesa, colpita dalla crisi delle vocazioni sacerdotali, chiede "operai per la messe di Dio" una richiesta che è essa stessa "un bussare di Dio al cuore di giovani che si ritengono capaci di ciò di cui Dio li ritiene capaci". "Era da aspettarsi - ha aggiunto il Pontefice - che al 'nemico' questo nuovo brillare del sacerdozio non sarebbe piaciuto; egli avrebbe preferito vederlo scomparire, perchè in fin dei conti Dio fosse spinto fuori dal mondo. E così è successo - ha aggiunto - che, proprio in questo anno di gioia per il sacramento del sacerdozio, siano venuti alla luce i peccati di sacerdoti, soprattutto l’abuso nei confronti dei piccoli, nel quale il sacerdozio come compito della premura di Dio a vantaggio dell’uomo viene volto nel suo contrario". Un segno del maligno di fronte al quale il Papa ha chiesto perdono "a Dio e alle persone coinvolte", promettendo di fare "tutto il possibile affinché un tale abuso non possa succedere mai più".

© Copyright Il Giornale online

9 commenti:

sonny ha detto...

Complimenti vivissimi a Raiuno per aver tagliato la Messa alle 11,59. Grazie al servizio pubblico e a chi fa i palinsesti.

sonny ha detto...

La cosa fantastica è che hanno interrotto la Messa per trasmettere una replica del telefilm " Un ciclone in convento". Hanno anche sense of humor! AHHHHHHHHHH!!!!!!

Raffaella ha detto...

Ciao Sonny, a che punto della Messa Raiuno ha tolto il collegamento?
Grazie.
R.

Anonimo ha detto...

rinnovato il sito dell'Associazione Meter. don Di Noto: «Come mai da mesi segnalo siti, violenze, forum e video di ogni tipo ma nessuno si interessa di questo sui giornali? Forse perché sono un prete? Forse perché non vado in Tv a dire che un prete mi ha violentato?
Mi aspetto una prova di maturità dalla stampa di questo Paese. Almeno spero»
http://www.associazionemeter.org/index.php?option=com_content&task=view&id=890&Itemid=31

JP

Anonimo ha detto...

Subito prima dell'atto di consacrazione a Maria.

Antonio

Raffaella ha detto...

Grazie Antonio.
Un comportamento indegno!
R.

sonny ha detto...

Confermo Antonio.

Maria ha detto...

Mi unisco ai complimenti di sonny, io poi mi sono spostata su sat 2000...ma uno che non ha la parabola, o il computer?????
Roba da epoca preistorica!

euge ha detto...

Niente paura!!!!!!!!!!! Continua il sabotaggio al Papa da parte della RAI!!!!!!! ed ovviamente della struttura RAI Vaticano!
Tutto nella norma!

E poi scusate l'affidamento dei sacerdoti a Maria???????? Ma nOOOOOOOOOOO roba superata meglio il telefilmmmmmmmmmmmmm!